L’addio a Bibi Ballandi, dal mondo della politica a quello della tv

L’addio a Bibi Ballandi, suscita un grande vuoto nel mondo dello spettacolo, che sentirà la sua mancanza, e un dolore profondo in chi, insieme al manager capace e di successo, ha perso anche un amico. «Bibi Ballandi ha scoperto talenti, rilanciato big esperti. Ha guidato, interpretato, rinnovato al meglio la tradizione dello spettacolo italiano. Lo ricordo con stima profonda», ha postato, non a caso, sul suo account Twitter il senatore di FI Maurizio Gasparri, commentando la notizia della scomparsa del produttore televisivo e partecipando al lutto che ha colpito teatro e tv. «Se ne va un amico e un serio professionista. Le mie condoglianze sincere e affettuose. Ciao Bibi Ballandi», ha fatto contemporaneamente eco su Twitter Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia, aggiungendo ai messaggi di cordoglio postati in Rete da colleghi, amici e compagni d’avventura artistica, le sue parole in ricordo di un protagonista del mondo dello spettacolo, capace di coniugare nel suo lavoro amore per l’arte e acume manageriale tradotti in anni di carriera in intramontabili successi che hanno siglato a caratteri di fuoco alcuni dei capitoli più appassionanti della storia dello spettacolo.

L’addio a Bibi Ballandi da Montecitorio ai social

E se Milly Carlucci, che ha appreso la notizia in diretta televisiva, mentre dagli studi di Unomattina  stava presentando proprio Ballando con le stelle, una delle creature più amate del celebre manager tv, è apparsa visibilmente turbata dalla notizia, «è un lutto pesante per la televisione, la produzione televisiva, lo spettacolo», ha commentato un po’ più a freddo il consigliere Rai, Franco Siddi, esprimendo il suo cordoglio per la morte di Bibi Ballandi in occasione della presentazione della Relazione Annuale di Auditel a Montecitorio. «Scompare un’artista e un uomo di impresa dello spettacolo televisivo – ha poi aggiunto subito dopo Siddi – capace di coniugare la creatività, le emozioni, il bello spettacolo con il risultato di impresa. Anche per la Rai, così come per altre emittenti, è una perdita pesante». Un lutto che pesa sui cuori di chi, come il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, da sempre apprezzava di Ballandi le doti di «grandissimo uomo di televisione. È stato veramente un innovatore, ha sempre fatto prodotti di altissimo valore», ha sottolineato Confalonieri, mentre il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, sul proprio profilo Twitter postava: «Bibi Ballandi era un grande uomo. Generoso, forte, pieno di valori, ha scoperto e valorizzato decine di talenti. Per me anche un amico. Con lui se ne va un pezzo di storia dello spettacolo e della canzone italiana».