La Russa: antagonisti come jihadisti, per loro certezza della pena

venerdì 23 febbraio 19:01 - di Redazione

”Come nei peggiori attacchi terroristici di matrice jihadista, in nome di un anacronistico antifascismo, i centri sociali tirano contro le Forze dell’ordine, bombe carta contenenti chiodi. Chi sottovaluta questi episodi, chi li minimizza e chi politicamente li appoggia, è complice di questi criminali. Fratelli d’Italia pretende anche per tutti questi balordi, la certezza della pena. Da parte mia, esprimo la mia vicinanza e la mia solidarietà ai poliziotti feriti e a tutti i loro colleghi”. Lo dichiara Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d’Italia.

Interviene anche il sindaco di Torino Chiara Appendino: “Lanciare bombe carta contenenti schegge metalliche è un gesto criminale. Mi auguro che gli agenti feriti, ai quali va la solidarietà di tutta la Città di Torino, possano rimettersi quanto prima”, dice il sindaco di Torino, Chiara intervenendo sugli scontri di sera durante il corteo antifascista promosso contro un’iniziativa elettorale Casapound nei quali sono stati feriti alcuni agenti di polizia.  “Auspico altresì che i responsabili di un gesto tanto vile siano quanto prima individuati e consegnati alla giustizia. Fatti di tale gravità non devono più ripetersi. Torino, medaglia d’oro alla Resistenza, è una città non violenta e tale deve restare”, aggiunge la prima cittadina del capoluogo piemontese. Da parte sua l’Osservatore Romano racconta gli scontri avvenuti ieri a Torino. “Un corteo di oppositori ha tentato a più riprese di raggiungere la sede di CasaPound, lanciando pietre, bottiglie e anche bombe carta con schegge di metallo contro la polizia. Negli scontri sono rimasti feriti sei agenti, mentre due manifestanti, giovanissimi, sono stati trattenuti in stato di fermo”, registra il quotidiano d’Oltretevere. Il quotidiano della Santa Sede ricorda che “poco prima di questi fatti, il presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, aveva parlato dei gravissimi episodi di violenza politica che sono successi nei giorni scorsi in altre località italiane: nel pieno della campagna elettorale per il voto del 4 marzo, c’è stata un’aggressione a Palermo contro un esponente di Forza Nuova e una a Perugia contro un militante di Potere al popolo. Gentiloni ne ha attribuito la responsabilità a minoranze sparute, delle quali ‘va impedito il contagio”

Commenti

Rispondi a ENRICO Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mcoluccia@ymail.com 24 febbraio 2018

    La zona di piazza Conca d’oro, bersaglio di vandali contro le auto. Si sa che sono i soliti tarli.

  • enrico.pelilli@gmail.com 24 febbraio 2018

    Manifestare contro il Fascismo, nel 2018, è semplicemente anacronistico, tuttavia, volendo applicare alla lettera il principio della libertà, deve essere consentito e, aggiungo, anche contro le guerre Puniche, il Gran Ducato di Toscana, i Galli, i Lanzichenecchi ecc….., purché in maniera civile, ordinata e pacifica….. Sarebbe solo un problema psichiatrico…. Ma qui la psichiatria non c’entra nulla. Qui ci sono facinorosi prepotenti e violenti che non accettano il confronto democratico delle idee e hanno inventato un feticcio da incollare addosso a chiunque non condivida una reggenza politica, che avendo già dimostrato la sua inadeguatezza, usa la violenza come unico argomento, contando sulla connivenza delle istituzioni che dovrebbero reprimere.

  • giorgio.conti@unipr.it 24 febbraio 2018

    centri sociali, antagonisti, disubbidienti, tutti pronipoti della ideologia leninista/stalinista, esempi fulgidi di democrazia, fancazzisti di professione da anni con i soldi di papa’ e mamma’, ora oltre tutto “criminali”patentati, basta solo considerare le bombe carta con i chiodi e i bulloni, la domanda sorge spontanea: cosa si aspetta ad eliminarli del tutto?

  • anna.sto@libero.it 24 febbraio 2018

    E questi sarebbero gli antifascisti?????

  • an_ponte@tiscali.it 24 febbraio 2018

    FDI COME FA A SOSTENERE FI CHE LA FLAX TAX SAREBBE UN DISASTRO VEDI ALTRE NAZIONI CHE LA APPLICANO I CITTADINI COME SONO RIDOTTI IN TEMA DI SOSTEGNO SANITARIO,IO SEMPRE STATA DI DESTRA NON VITERÒ FDI

  • caput.enrico@gmail.com 24 febbraio 2018

    Bravissimo La Russa;questi sono dei veri e propri criminali terroristi;lanciare bombe piene di frammenti metallici contro le forze dell’ordine rappresenta un attacco con armi da guerra-quindi potenzialmente mortali-e perciò i colpevoli dovrebbero essere imputati,oltre che dei reati di violenza,resistenza,ecc.ecc.,anche e soprattutto dei reati gravissimi di tentata strage,sovversione armata contro i poteri dello stato e terrorismo!

  • cvetnich.vieri@libero.it 24 febbraio 2018

    Quanto spiegamento di forze: a Torino quale delle due “fazioni” era autorizzata? Se lo erano tutte due, chi ha permesso è imbecille o connivente ed io, dovendomi recare in città, sono stato fortemente impedito a farlo. Chimera coerenza. Mi “stupisce” la tolleranza verso fancazzisti, malviventi matricolati da almeno trent’anni. Parlano tutti di antifascismo per sdoganare i loro comportamenti squadristici. Povera Italia con certi italiani…

  • amerigo.lori@alice.it 24 febbraio 2018

    Dopo i Papa Boys, abbiamo gli “antagonisti”, ovvero i Boldrini’s Boys . . .

  • carla.rotili@yahoo.it 24 febbraio 2018

    Ma chi partecipa a queste associazioni? Si scagliano con cattiveria contro la polizia, criminali e’ a dir poco!

  • Giuseppe Forconi 24 febbraio 2018

    Almeno gli jihadisti, anche se criminali, hanno una fede. I comunisti cosa hanno come fede ? L’odio e gli spettri del fascismo, ecco perche’ si scudano dietro i loro attacchi terroristici uccidendo i propri fratelli ne piu’ ne meno come hanno fatto i partigiani.