«Italiani rincoglioniti»: Di Battista offende gli elettori. E il web si scatena

Che cosa non si fa per far parlare di sé: quando mancano gli argomenti (oppure quando gli argomenti sono triti e ritriti) è forte per qualche politico la tentazione di ricorrere al turpiloquio. Cede a questa tentazione Alessandro di Battista. Così l’esponente grillino risponde  a una domanda dei cronisti su un eventuale governo M5S «Non lo so, perché gli italiani li vedo molto rincoglioniti (per dovere di cronaca riportiamo fedelmente l’espressione n.d.r.). Ora faranno polemica ma è la verità: è un popolo strano». Questa farse,  pronunciata davanti ai cancelli dell’Embraco di Riva di Chieri (Torino) – la fabbrica che ha annunciato 500 licenziamenti -, è stata immortalata in una diretta Facebook è ha fatto velocemente il giro del web scatenando le reazioni più variegate degli utenti.

Molte le stroncature a Di Battista. «Caro @ale_dibattista devi ringraziarli tutti i rincoglioniti d’Italia, altrimenti eri ancora a cercare lavoro. Invece adesso con 5 anni di lavoro ti ritrovi la pensione già fatta. Non dire che hai rinunciato perché era una bufala, lo so perché non sono rincoglionito», dice polemico un utente.

C’è  anche chi lamenta la caduta del livello del dibattito politico «al punto di darsi reciprocamente dei rincoglioniti invece di parlare dei veri problemi» e chi giudica il commento di Di Battista «il modo più elegante per raccattare voti a un mese dalle elezioni». C’è poi chi lo prende in giro sottolineando il fatto che «ci sono tantissimi italiani #rincoglioniti che non riescono a vedere cosa sia davvero il #m5s». E c’è anche chi, infine, tenta di smorzare i toni: «Dai non fate i finti indignati tanto per fare polemica, rincoglioniti?». La prevalenza della comunicazione politica sulla polla politica, oltre a deprimere la politica, abbassa anche il buon gusto.