Il proprietario becca una ladra serba in casa e si prende pure le botte

Ha mandato in frantumi i vetri di una finestra e si è introdotta in un’abitazione a Cimitile, comune in provincia di Napoli, per rubare. La donna è riuscita ad arraffare oggetti preziosi e 350 euro in contanti. Ma mentre era ancora in casa alla ricerca di altri  oggetti da rubare all’improvviso è rientrato il proprietario, un uomo ucraino di 40 anni. Non si è persa d’animo e invece di fuggire l’ha subito aggredito a mani nude.

La ladra serba è stata arrestata

Sul posto sono intervenuti i carabinieri dell’Aliquota radiomobile della compagnia di Nola che hanno arrestato in flagranza di reato Violeta Novaco, una 38enne serba senza fissa dimora e già nota alle forze dell’ordine per precedenti penali analoghi. Al malcapitato ha procurato contusioni multiple per le quali i medici del pronto soccorso hanno refertato una prognosi di tre giorni. Il bottino è stato recuperato e restituito al proprietario. L’arrestata è stata portata nel carcere di Pozzuoli, dove era è reclusa. È accusata di rapina impropria. La donna non ha agito da sola. Gli investigatori ipotizzano che con lei ci fosse almeno un’altra persona.