Il pistolero (idiota) di Macerata e la paura diffusa. Lombroso aveva ragione

lunedì 5 febbraio 13:03 - di Marco Valle

Evviva, evviva, evviva. È arrivato l’idiota. Il matto di Macerata che spara. L’idiota perfetto. Sfigato, emarginato, impresentabile. Un nazi-tonto con la runa del lupo tatuata sul sopracciglio e — rullo di tamburi e suono di pifferi —  già candidato leghista in un comunello marchigiano. Il professor Lombroso, ancora una volta, aveva ragione.

L’omarino di Macerata — un poveretto che sparacchia ad altri poveretti — è un matto vero, perfetto per i mass-media, ottimo per la campagna elettorale, meraviglioso per i politici, i sociologi e i commentatori. Alla fine, le pistolettate di questo scemo — grazie al cielo senza morti — è  solo un episodio di follia. Roba brutta, senza senso e nessuna logica. Roba da manicomio criminale.

Ma una domanda va posta. A tutti. L’idiota di turno è solo il risultato di geni scomposti e malati oppure è il risultato di una società fuori controllo? Il  “Tex Willer” delle  Marche è soltanto la conseguenza di una deriva familiare, il frutto di letture mal digerite o/e la somma di paure più o meno reali?

La questione è seria. Terribilmente seria. Al netto dell’assenza (colpevole) dei medici su un soggetto evidentemente disturbato, sorvolando sugli imbecilli che hanno permesso al ragazzotto di possedere legalmente una pistola, vi sono altre domande. Ineludibili.

Da dove arriva questa follia? Quanto pesa la non gestione della fenomeno immigratorio, l’assenza di regole certe, la convinzione — purtroppo non sbagliata — di un’insicurezza diffusa? Ricordiamo che, l’altro giorno — proprio vicino a Macerata — , uno spacciatore nigeriano ha infilato in due valigie i pezzi di un corpo di una tossicomane italiana. I matti (e non solo i matti…) si armano. E, talvolta, sparano.

La paura è una brutta bestia. La paura produce violenza e genera cattiveria. Odio. In questo momento, quanti “pistoleri”, quanti “giustizieri” stanno, nel chiuso delle loro camerette, applaudendo l’idiota di Macerata? Tanti, troppi. Ma dov’è la Politica? Condanna, balbetta e saluta. Tocca alla Destra, in tutte le sue variazioni e colorazioni, dare una risposta e punti fermi. Prima che sia troppo tardi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Massimiliano di Saint Just 22 febbraio 2018

    La vita dell’assassino non può valere più di quella della vittima innocente ! Bisogna ripristinare la pena capitale in tutta Europa.Questi farabutti non hanno alcun diritto di vivere, tra l’altro a spese nostre! E poi chiudono ospedali in provincia, fonte di vita, perchè mancano i fondi!

  • Gionny Vanzetta 10 febbraio 2018

    Ma alla fine vedrete che quella povera ANIMA si sarà ammazzata , tagliata a pezzi e chiusa da SOLA in DUE valige …( poi per il trasporto si troverà una soluzione magari tra 15 anni ) !!!!

  • Marcello 10 febbraio 2018

    Bravo sig. Oscar mi trovo daccordo e allineato su Soros ,
    e qui dimentichi chia appoggia Soros perché vedi dietro c’e Busch i Democratici Americani le banche monopoliste Americane il concilium etc. etc.il Bildlberg la Trilateral il Cleb of Rome e tanto altro poupori di gruppi che non elenco non fiancheggiano la sinistra ma la incaricano di esercitare un governo per quattro anni senza che noi Italiani li abbiamo votati!!!!
    Se capiamo questo abbiamo già in punto fermo su cui ragionare non capisco perche la politica non ne parli forse aspettare il proprio turno per salire sul cavallo?
    Chissa?

  • oscar 6 febbraio 2018

    questo pistolero deve essere proprio un autentico idiota soprattuttutto per il gesto inconsulto e condannabile che ha fattto, ma anche perchè, lui che si dichiara essere di destra, ha tirato fuori la sinistra da un bel imbarazzo con quello che ha combinato l’emigrante clandestino di colore (se verrà provato cheè stato lui a commettere lo spaventoso omicidio e il bestiale accanimento sul corpo della povera Pamela). Ora infatti i pifferai dei media foraggiati da Soros e dalla elite della turbo finanza globalista con il coro dei cosidetti intellettuali fiancheggiatori della sinistra hanno trovato il modo attraverso l”azione sconsiderata di un idiota di di aver deviato ll’attenzione dell’opinione pubblica sul tema del razzismo xenofobia fascismo ecc. mettendo la sordina sul fatto ben più grave di aver favorito l’invasione incontrollata di clandestini nel nostro paese con le infauste conseguenze che questo ha comportato, (l’il racappricciante delitto della Povera Pamela (derubricato dalle signore sinistre a semplice omicidio e non femminicidio e quindi non drgno per essere portato ad esempio della ferocia dei maschi essendo questo verme nigeriano un maschio nero e clandestino quindi buono per definizione) e che ancora più comporterà in futuro.