Il latitante Puigdemont si rifugia a Waterloo: ironia e sfottò sul web

Carles Puigdemont come Napoleone? La notizia che il leader catalano ha affittato una villetta a Waterloo, teatro della battaglia che nel 1815 segnò la definitiva sconfitta di Bonaparte, ha sollevato molte ironie sul web e non solo. Tanto più che l’indirizzo, rue de l’avocat 34 (via dell’avvocato), sembra alludere ai suoi problemi giudiziari. A rivelare la nuova residenza di Puigdemont, con foto della casa di pietra grigia, è stato il quotidiano belga L’Echo. La villa, si legge, si estende su 550 metri quadri, conta sei stanze, tre bagni, un garage con il posto per quattro macchine, una terrazza di 100 metri quadrati e un giardino di mille metri quadrati. L’affitto è di 4400 euro mensili. Sarebbe interessante sapere chi paga tutto questo. Il sindaco di questa cittadina a 20 km da Bruxelles, Florence Reuters, ha confermato a Le Soir, che il leader catalano risiede effettivamente nel suo comune. L’affitto sarebbe stato concluso pochi giorni fa, dopo che Puigdemont era finora riuscito a nascondere ai media le precedenti residenze della sua latitanza belga. Il portavoce del governo spagnolo, Inigo Mendez de Vigo, non ha resistito oggi ad alludere alla sconfitta di Napoleone, preconizzando che Puigdemont dovrà rimanere per un bel po’ a Waterloo. E su Twitter non mancano vignette ironiche, dove il leader catalano assume le sembianze dell’imperatore, con il quale condivide la stessa frangetta.