Giorgia Meloni mette in riga Formigli: «Avete rotto le palle col fascismo…» (video)

«Cortesemte, potreste farla finita? Ogni volta dovete chiedermi del fascismo, del nazismo, delle Guerra puniche. Vorrei parlare del terzo millennio, è possibile? Vi ricordo che sono nata nel 1977». Giorgia Meloni non ce la fa più e zittisce i giornalisti di provata fede progressista dallo studio di Piazza Pulita.

Meloni: «Mo basta, avete rotto le palle col fascismo»

Ospite di Corrado Formigli, il direttore de L’Espresso, Massimo Damilano, non resiste alla tentazione di sventolare la bandiera dell’antifascismo militante. E quale occasione migliore della trasmissione del compagno Formigli per chiedere alla leader di Fratelli d’Italia conto sul pericolo e “imminente” ritorno del Ventennio? All’ennesima domanda sul  fascismo la Meloni  perde le staffe: «Se volete farmi ogni volta un esame di storia, facciamolo. Non riesco mai a parlare dei miei programmi perché ogni volta mi chiedete cosa penso del fascismo e delle Guerre puniche. Mi sono rotta le palle, ve lo devo dire». Gelo in studio. Le Guerre puniche no, si sente in sottofondo sussurrare Formigli. «Non ho niente da farmi perdonare, semmai ho dato qualche lezione di democrazia al Pd. Io non ho mai appoggiato governi contro il popolo». Touché.