Giorgia Meloni: “Il nome del premier deve essere sul piatto prima del voto”

“Noi abbiamo stabilito un metodo e quel metodo dice che il presidente del consiglio dei ministri lo esprimerà la forza politica che all’interno della coalizione ottiene il maggior numero di consensi. Quel metodo funziona solamente se i nomi sono tutti sul piatto prima che si vada a votare. E mi riferisco soprattutto al fatto che, ad oggi, non si sa ancora quale sia il nome per Forza Italia“. Lo ha detto la leader di Fratelli di italia, Giorgia Meloni, rispondendo a Bari, a margine di una iniziativa elettorale, alla domanda di un giornalista che gli chiedeva di commentare quanto affermato da Raffaele Fitto che si è detto convinto che Salvini non sarà presidente del consiglio in caso di vittoria del centrodestra alle elezioni politiche. “Io non mi impegno a sostenere persone che non conosco”, ha aggiunto.  “Noi siamo, come Fratelli d’Italia,  impegnati a portare la prima donna alla presidenza del Consiglio”, ha concluso Meloni. Quanto alla possibilità di Berlusconi regista del governo, Meloni ha detto: “E’ sicuramente una persona che può aiutare tantissimo chi dovesse arrivare al governo. Lo ha fatto per diversi anni, ha conoscenza dei meccanismi, autorevolezza a livello internazionale, sicuramente è una risorsa”.

“È il Pd che è impegnato a tentare di fare inciuci con chiunque. Siccome arriveranno ultimi in queste elezioni su tre (coalizioni ndr), l’unica possibilità che hanno di continuare a fare i loro disastri al governo della nazione è tentare di inciuciare a destra e a manca”. Lo ha detto la leader di Fratelli di Italia, a proposito delle dichiarazioni del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. Quest’ultimo ha affermato che in caso di vittoria del Movimento 5 Stelle cercherà ei convincere il suo partito, il Pd, ad appoggiarli. “Ciò non toglie – ha proseguito – che noi speriamo che gli italiani che non vogliono di nuovo il Pd al governo votino per Fratelli di Italia. Non solo perché, se Fdi è forte, il centrodestra avrà la maggioranza per governare ed è l’unica possibilità di avere un governo uscito dalle urne. Ma anche perché siamo l’unico partito che ha preso i suoi parlamentari, li ha messi di fronte agli italiani, e ha fatto giurare loro che non cambieranno casacca, cne non tradiranno il mandato, e che non faranno inciuci né con il Pd, né con i 5 stelle”.