Gasparri: «Servono pene severissime per chi aggredisce le forze dell’ordine»

«Centrodestra al governo vuol dire più sicurezza, più rispetto per Polizia e Carabinieri, pene severissime per chi aggredisce le forze dell’ordine e chiusura immediata di centri sociali dove si fomenta l’odio come Askatasuna. Fatti come quelli accaduti in questi giorni a Piacenza o a Bologna sono intollerabili, con violenti in piazza camuffati da antifascisti ma animati solo dall’avversione verso gli uomini e le donne in divisa». Lo afferma il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri. «Noi invece -aggiunge- vogliamo più sicurezza con più carabinieri e poliziotti di quartiere, più legalità e contrasto all’immigrazione clandestina. Ma anche certezza della pena, perché una volta identificati gli aggressori vengano puniti in maniera severa ed esemplare».

Risposta alla Pinotti sull’impiego  delle Forze Armate

Gasparri polemizza anche con il ministro della Difesa Pinotti che in una dichiarazione aveva attaccato Berlusconi  proposito dell’impiego delle Forze Armate. «Berlusconi e Forza Italia hanno sempre votato per le missioni militari internazionali dell’Italia, hanno valorizzato il ruolo delle Forze Armate e del comparto sicurezza-difesa. Si deve al governo Berlusconi il riconoscimento della specificità che invece i governi di sinistra hanno calpestato con contratti miserevoli. Sono quei governi che hanno dato 5 miliardi ai clandestini e 5 euro di aumento alle Forze Armate». «Noi -aggiunge- vogliamo incrementare l’impiego dei militari nelle strade con le operazioni avviate dal governo Berlusconi. Vogliamo più poliziotti e carabinieri di quartiere. È la sinistra che offende e mortifica le Forze Armate. Il ministro Pinotti, consapevole della condizione misera del suo partito che sta precipitando nei consensi, pensa di dar luogo a una polemica degna di un film comico. Le politiche arrendevoli del Pd hanno portato al linciaggio di un carabiniere a Piacenza. Questa è l’Italia del Pd, nemica delle divise, protettrice degli aggressori delle Forze di Polizia»