Gasparri: «Liberiamo l’Italia dai violenti, i centri sociali vanno chiusi» (video)

sabato 24 febbraio 10:11 - di Augusta Cesari

Maurizio Gasparri mostra l’immagine di un agente di polizia ferito dai No Tav in Piemonte.  «Usano bombe carta che, però, non sono bombe carta ma veri e propri ordigni, che hanno intorno biglie, pezzi di ferro, sassi. Esplodono e creano ferite gravi. Di fronte a tutto questo, perché la Boldrini non chiede, con Grasso, lo scioglimento dei centri sociali di Torino che sono andati a Piacenza ad aggredire un carabiniere e che sono andati ancora una volta a ferire poliziotti? Una vergogna assoluta». Quando Forza Italia tornerà al governo, incalza Gasparri, «io chiederò che si inaspriscano le pene per chi colpisce i tutori dell’ordine. È una situazione intollerabile. Ho parlato con le vittime di violenze che hanno subìto ferite e danni gravi, anche con il carabiniere ferito a Piacenza alcuni giorni fa. Noi stiamo da questa parte – aggiunge Gasparri – dalla parte della legge, non certo con i centri sociali  di violenza che la sinistra minimizza. La Boldrini, Grasso e anche la sinistra di Renzi non usano le parole adeguate contro questa teppa che sta devastando l’Italia e l’alternativa a questa gente non sono certo Gigino e i Cinquestelle, che eleggono gente a caso, che non hanno selezionato. I Cinquestelle grillini sono l’Italia peggiore, sono quelli che hanno protetto coloro che volevano i codici identificativi per la polizia e volevano le norme punitive per gli agenti». L’appello finale: «Votate per il centrodestra, votate per FI, non possiamo lasciare l’Italia in mano ai violenti che aggrediscono le forze dell’ordine e ai violenti che aggrediscono la logica, la democrazia e anche la grammatica».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • lamberto.lari@hotmail.it 26 febbraio 2018

    Ma cosa si aspetta a passare all’azione??? solo chiacchere?

  • mauro@mgmoda.com 25 febbraio 2018

    …totalmente d’accordo…

  • marco eletti 25 febbraio 2018

    finalmente chiudere sti maledetti centri sociali. covo di delinquenza droga e puttanieri.

  • riccardo.castagnoli@teletu.it 25 febbraio 2018

    Sono in completo accordo, lo squadrismo dei “loschi” individui dei centri sociali è un sistema antidemocratico di manifestare.