Fratelli d’Italia offre assistenza legale al carabiniere pestato a Piacenza

«Metto a disposizione il mio studio legale per dare assistenza gratuita al brigadiere circondato e pestato nella  manifestazione di Piacenza». Lo ha detto, in un’intervista al Tempo,  Ylenja Lucaselli, avvocatessa e imprenditrice, candidata con Fratelli d’Italia nel collegio uninominale di Modena e Carpi per la Camera.

Fratelli d’Italia offre assistenza legale al brigadiere

«Il mio studio legale – la legale – spesso assiste i sindacati di Polizia e Carabinieri. Dopo aver visto le immagini di sabato, offrire  il nostro aiuto a Luca mi pare un gesto doveroso». Descrivendo la scena di Piacenza, la Lucaselli denuncia la dinamica dell’aggressione: «Una cinquantina  di attivisti dei centri sociali accaniti contro un uomo solo a terra. Questa gente deve essere trattata alla stregua dei criminali, perché quel video parla chiaro: si tratta di un tentato omicidio, è stato sfiorato il linciaggio». Giorgia Meloni domenica, unica a farlo, ha telefonato al brigadiere pestato a sangue per manifestargli solidarietà. «Ho chiamato il brigadiere picchiato selvaggiamente ieri a Piacenza da un branco di vigliacchi dei centri sociali col volto coperto. Gli ho espresso l’incondizionata solidarietà di Fratelli d’Italia – si legge su Facebook –  e ho ribadito il nostro appoggio a chi serve questa nazione con coraggio e amore nonostante stipendi inadeguati e istituzioni incapaci. Siamo con le Forze dell’Ordine senza se e senza ma. Spiace che anche in questa occasione sono stata la prima tra politici e i rappresentanti delle istituzioni a ritenere di dovergli fare una telefonata di solidarietà».