Strage in Florida, 17 persone uccise in una scuola. Killer catturato (video)

Sparatoria in una scuola di Parkland, in Florida. Secondo quanto riferisce la Cnn ci sarebbero almeno 17 morti e 14 feriti. Le forze dell’ordine sul posto hanno ordinato immediatamente agli studenti di barricarsi all’interno degli edifici del campus. L’autore della sparatoria della scuola è stato catturato. Lo afferma l’ufficio dello sceriffo della contea di Broward, citato dalla Abc. Sarebbe un ex studente problematico della stessa scuola. La sparatoria è avvenuta nella scuola superiore Stoneman Douglas di Parkland, in Florida, un campus che accoglie circa 3000 studenti. Il killer indossava una maschera antigas e ha utilizzato un fucile. Media locali hanno descritto lo sparatore parlando di un uomo con un cappello nero e una giacca color borgogna, aggiungendo che era stato visto per l’ultima volta sul lato ovest di un edificio di tre piani nel campus. Sul posto sono giunti anche agenti dell’Fbi. Studenti con gli zaini sono stati visti mentre uscivano dall’edificio mentre gli agenti con pistole in vista circondavano la scuola, che è stata chiusa. Le forze dell’ordine sono presenti persino con un veciolo blindato pesante. Le forze speciali avrebbero fatto irruzione negli edifici della scuola. “Le mie preghiere e le condoglianze alle famiglie delle vittime della terribile sparatorie in Florida. Nessun bambino, insegnante o altro dovrebbe mai sentirsi insicuro in una scuola americana”. Lo scrive il presidente degli Stati Uniti Donald Trump su Twitter, mentre in un altro tweet, riferisce di aver “appena parlato con il governatore Rick Scott. Stiamo lavorando a stretto contatto con le forze dell’ordine per la terribile sparatoria in Florida”.

E’ la seconda sparatoria nel giro di poche ore negli Stati Uniti: una prima sparatoria è avvenuta oggi all’esterno della sede della National Security Agency di Fort Meade, nel Maryland, nella quale sono rimaste ferite tre persone , ma sembra “un incidente isolato”, escludendo così la matrice terroristica. Lo ha affermato Gordon Johnson, agente speciale dell’Fbi incaricato delle indagini, spiegando che fra i feriti c’è uno dei tre passeggeri del Suv nero che, poco dopo le 7 di questa mattina (le 13 in Italia) ha cercato di entrare nel campus senza autorizzazione. Gli altri due feriti sono un membro del personale di sicurezza della Nsa e un civile che si trovava vicino al cancello quando è avvenuto l’incidente, ha detto Johnson, aggiungendo che nessuno dei tre ha riportato ferite d’arma da fuoco. Gli altri due passeggeri del fuoristrada coinvolti nell’incidente sono stati arrestati e interrogati dagli investigatori. Al momento non è ancora stato reso noto il movente del gesto. L’emittente Nbc News ha twittato le foto prese da un elicottero di un Suv parcheggiato vicino all’ingresso della Nsa con airbag aperti ed evidenti fori di proiettili, con un uomo ammanettato dagli agenti della sicurezza.