Ema, l’ultima presa in giro: sul ricorso di Milano deciderà un giudice olandese

Nuovo schiaffo all’Italia sulla vicenda Ema, l’agenzia europea del farmaco per cui Milano era candidata, ma che è stata assegnata ad Amsterdam dopo un sorteggio. E per la quale, si è poi scoperto in seguito, la capitale olandese non aveva neanche le carte in regola. Bene, la Corte europea di giustizia di Lussemburgo ha decretato che a decidere sul ricorso presentato da Milano sarà un giudice olandese. Una nomina di cui dà notizia il Corriere della Sera,  definendola «imbarazzante».

«Per l’Ema irregolarità anche nel sorteggio»
Il giudice olandese in questione è il…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi