“Destra sparita dalla scheda elettorale”. Occhio all’ultima fake news

sabato 17 febbraio 14:47 - di Redazione

«E ora facciamo scoppiare un casino…». E un casino è scoppiato letteralmente, ma per l’ennesima fake news, in realtà una clamorosa svista di chi voleva denunciare su Facebook una gravissima quanto improbabile omissione. Migliaia di condivisioni e commenti infatti per una bufala più o meno volontaria, che da circa 48 ore sta circolando inarrestabile sui social: si tratta della presunta – e falsa – “sparizione” dei simboli di destra e centrodestra dalla scheda elettorale inviata ai cittadini residenti all’estero.

Il post virale che è diventato fake news

«Un mio contatto che sta all’estero – scriveva allarmata nel post poi diventato virale L., titolare di diversi profili su Facebook che allegava foto a riprova del misfatto – ha appena ricevuto le schede per votare. Come potete verificare voi stessi mancano tutti i simboli dei partiti di centrodestra e destra. In sostanza – tuonava – i voti all’estero sono truccati. Fate girare, facciamo scoppiare il casino!». Una chiamata alle armi che aveva immediatamente raccolto una marea umana di indignati, pronti a fare la «rivoluzione» contro «un vero e proprio colpo di Stato».

La destra c'è: Fratelli d'Italia è sotto il simbolo unico con Lega e Forza italia

La destra c’è: Fratelli d’Italia all’estero si presenta con un simbolo unico assieme a Lega e Forza italia

Per gli italiani all’estero la destra c’è

Ma fortunatamente, niente di quanto scritto dalla donna – che ha poi fatto sparire il post, con scarso successo considerata l’impressionante quantità di rilanci o condivisioni di screenshot da altrettanti indignati – è vero o, nel caso dei partiti di destra “scomparsi”, riportato correttamente: per quanto riguarda il centrodestra, nelle schede per il voto estero è presente, in alto a sinistra, il simbolo della coalizione formata da Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega: i tre partiti, infatti, corrono insieme sotto a un unico logo.

Fake news e realtà: non tutte le liste hanno raccolto le firme

Per quanto riguarda invece la presunta sparizione dei simboli dei partiti “di destra” – CasaPound e Forza Nuova i casi denunciati nello specifico nel post – è bene sapere che entrambi non sono presenti sulla scheda poiché non sono state raccolte le firme necessarie a presentare candidati anche nelle circoscrizioni estere. E non è certo solo un problema della destra: basti pensare, per esempio, che nelle schede destinate ai nostri cittadini espatriati non è presente per lo stesso identico motivo nemmeno il simbolo di Potere al Popolo, formazione politica di segno totalmente opposto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *