Delirio a Pontedera, il sindaco nega la piazza a Fratelli d’Italia: “Siete fascisti” (video)

«Il sindaco di Pontedera ha rifiutato a Fratelli d’Italia l’occupazione del suolo pubblico perché “Udite Udite” saremmo un partito in violazione del principio di ricostruzione del partito fascista.
Dov’è la voce del nostro Presidente della Repubblica? Davvero ritiene che sia giusto impedire a Fratelli d’Italia di fare campagna elettorale?». Così Giorgia Meloni ha denunciato quanto deciso dal sindaco del Pd, Simone Millozzi.

Il sindaco di Pontedera

Il sindaco di Pontedera

Donzelli: “Su Pontedera intervenga il prefetto di Pisa”

«Il Prefetto di Pisa intervenga immediatamente per ripristinare a Pontedera la legittimità democratica di Fratelli d’Italia di fare campagna elettorale. Il fatto che il sindaco non conceda le autorizzazioni ad un partito politico, come accaduto, e si permetta di multare chi fa campagna elettorale è gravissimo, un vero e proprio atto sovversivo. Non accetteremo mai che con la scusa di patentini fintamente antifascisti gli esponenti del Pd stabiliscano chi ha diritto di fare campagna elettorale e chi no, in barba alle leggi dello Stato. Oggi è stata svelata una volta di più la finzione del Pd, che si definisce democratico ma i cui esponenti, in realtà, mostrano la loro vera indole incline all’autoritarismo». È quanto afferma il capogruppo e capolista alla Camera in Toscana di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, commentando l’episodio denunciato in un video su Facebook dal candidato alla Presidenza del Consiglio Giorgia Meloni.

La versione di Millozzi: “Hanno sbianchettato il modulo”

Intervistato sulla questione, Simone Millozzi ha dato la sua versione dei fatti sull’autorizzazione del suolo pubblico negata a Fratelli d’Italia. Secondo il primo cittadino di Pontedera il partito ha sì presentato la richiesta sull’apposito modello, ma «sbianchettando  la parte di una dichiarazione in cui si richiama il rispetto di norme nazionali in vigore che vietano sia la ricostituzione del partito fascista che la propaganda di istigazione all’odio razziale», rendendo la richiesta «irricevibile».

“Grazie al sindaco, Pontedera è invasa dai criminali”

Ma è proprio una cittadina di Pontedera, Manuela D a commentare su Fb la delirante decisione e a spiegare le vere ragioni del no: «Cara Giorgia non è la sola buffonata che il sindaco Millozzi di Pontedera ha fatto in tutti questi anni di amministrazione. Io vivo a Pontedera, rinominata Pontenera, da tanti anni e come ha fatto crollare l’economia e la sicurezza della nostra città lui, non ci è riuscito nessun altro! Ci ha fatto invadere da migliaia di delinquenti africani e sta facendo di tutto per distruggere le attività commerciali ,gestita da italiani e stranieri onesti, che hanno tirato su le loro attività con sudori e fatica! Tutto questo per scaricare sugli altri le sue nefandezze! La sensazione di insicurezza e la paura che si respira nella nostra città è tangibile come in una grande metropoli, ogni giorno questi individui spacciano, rubano, assalgono e devastano , ma per il sindaco è solo una invenzione dei cittadini che hanno paura! Qua viviamo proprio nel Bronx!