Crollo a Balduina, ora timori per le piogge del weekend. Esperti al lavoro

venerdì 16 febbraio 16:00 - DI Redazione

 

Saranno l’ingegnere strutturista Massimo Di Paolo, l’ingegnere geotecnico, Quintilio Napoleoni e il geologo Valerio Monzon a dover stabilire le cause del crollo avvenuto mercoledì scorso in via Livio Andronico. I tre sono stati nominati dal procuratore aggiunto Nunzia D’Elia e dal sostituto Mario Dovinola che hanno affidato loro una consulenza tecnica. I tre seguiranno anche i lavori, previsti per le prossime ore, allo scopo di mettere in sicurezza l’area, che rimane sotto sequestro, e che verranno effettuati per evitare possibili nuovi smottamenti dal momento che nel week-end nella Capitale è prevista pioggia. Nel frattempo gli inquirenti stanno continuando ad acquisire tutti i documenti, tra cui i permessi legati al cantiere e ai lavori che erano in corso per la costruzione di tre immobili. Nell’indagine aperta dalla Procura di Roma sono indagati al momento il legale rappresentante dei proprietari del terreno e il titolare della società responsabile del cantiere.

Il permesso per costruire  tre nuove palazzine al posto della scuola Santa Maria degli Angeli con annessa chiesa era stato rilasciato dal Dipartimento Urbanistica mentre l’Amministrazione del Municipio XIV aveva concesso (dal 23 ottobre al 6 novembre ndr) l’occupazione di “suolo pubblico con area di cantiere”. Da mesi i residenti protestavano contro la ditta che stava eseguendo i lavori, finché il crollo annunciato purtroppo ha dato loro ragione.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *