Choc a Livorno, uccide la ex moglie nello studio dentistico dove lavorava e si suicida

Livorno, dopo l’ultima lite, raggiunge la ex moglie nello studio dentistico dove lavorava e la uccide a coltellate. Poi si chiude nel bagno e si suicida. Femminicidio a Livorno, l’ultimo in ordine di tempo, efferato e temuto come tutti gli altri che lo hanno preceduto. Annunciato da dissidi insanabili, motivato da una patologica incapacità di accettare la fine di una relazione e l’inizio di un nuovo amore dell’ex coniuge. E allora, c’è stato ancora un uomo capace di armare il proprio pugno e, al termine di una lite con la ex moglie, ha sferrato il fendente mortale. Poi, subito dopo aver ferito a morte la ex, probabilmente con la stessa arma da taglio usata per uccidere, si è tolto la vita.

Livorno, uccide la ex moglie a coltellate e si suicida

O almeno questa è la dinamica dell’omicidio-suicidio secondo l’ipotesi dei carabinieri al lavoro sul caso dopo il rinvenimento, questa mattina in uno studio dentistico a Livorno, dei due cadaveri. A trovare il corpo ormai senza vita della vittima 45enne, rinvenuto in un lago del suo stesso sangue, sarebbe stato l’attuale compagno della donna che, probabilmente allertato dalla consapevolezza della tensione tra i due ex coniugi, e preoccupato perché non riusciva a contattare la compagna che non rispondeva al telefono, si è precipitato nello studio dove la donna lavorava come assistente. Lì, non ha potuto far altro che rendersi conto dell’ineluttabile; mentre, solo dopo l’intervento dei carabinieri si è avuta consapevolezza piena della tragedia che si era appena consumata. Come riferito in queste ore dal Messaggero, infatti, «arrivato nello studio dentistico», l’attuale compagno della vittima «è riuscito a entrare insieme a un amico» e ha trovato la donna «ormai priva di vita. Poi sono intervenuti i carabinieri che si sono accorti che la porta del bagno dello studio era chiusa dall’interno con la luce accesa. Aperta la porta hanno trovato il secondo cadavere che l’uomo ha riconosciuto come l’ ex marito» della vittima.