Casaleggio junior e la fabbrica della verginità: «Da noi delusi, non riciclati»

Eccola la fabbrica della verginità. Non più (tutti) “riciclati”, ma (alcuni) “delusi”. La puntualizzazione del giovane titolare dei Cinquestelle, Davide Casaleggio, è di quelle che lasciano basiti. O che entusiasmano. Questione di punti di vista, ovviamente. Per il resto, da adesso, una novità politica in questa nostra povera Patria, sempre a corto di idee e di progettualità, c’è. Novità vera. E di gran conto. Perchè a seconda di chi si sceglie, si ottiene. E se si sceglie il lato giusto, si ottiene ancora di più. L’idea è geniale in se. E parte da un assunto che in questi anni è stato ripetuto sino alla nausea: niente “riciclati” nel beato mondo pentastellato. Ma – e c’è sempre un ma – come si potrà fare con tutti quelli che hanno bussato e bussano alla porta? Come selezionare un gruppo dirigente folto e, magari, preparato se bisogna sempre e comunque eliminare qualunque precedente provenienza o militanza? Difficile. Praticamente impossibile. Tant’è che quando c’era lui, caro lei, quando imperava Beppe Grillo il problema non s’era mai posto: fuori dalle balle e basta! Ma adesso che il Grillo s’è dato, ora che c’è da supportare un manichino partenopeo ben curato e ben vestito che però non ‘buca’, bisognerà inventarsi pure qualcosa di nuovo. Necessita. Ed eccola l’idea, ecco la moderna fabbrica della verginità. Per chi politica vuol farla e per chi politica già la fa. “I nostri candidati additati dai giornali sono persone che si sono avvicinati ai partiti e sono stati traditi…non si tratta di riciclati…” ha spiegato con puntiglio il giovane Casaleggio ai colleghi de “Il Fatto quotidiano”. Che non hanno obiettato. Forse perchè anche per loro era già tutto chiaro: se si vuol entrare nel mondo a Cinquestelle, ma si sono frequentati altri lidi politici, nessuna paura. Con l’iscrizione alla piattaforma Rousseau si otterrà lo sbianchettamento del passato politico. E si potrà accedere ad un immacolato futuro pentastellato. Grazie alla fabbrica della verginità.