“Caccia al fascista” a Torino. I centri sociali affilano le armi per CasaPound

mercoledì 21 febbraio 13:55 - di Redazione

All’indomani dell’aggressione a un dirigente di Forza nuova, avvenuta ieri a Palermo, sta facendo il giro della rete il volantino firmato Torino Antifascista che lancia la “caccia” a Casapound. “Giovedì alle 21 il candidato premier di Casapound Italia sarà a Torino per un tour di presentazione elettorale… anche se ha paura a dirci dove si terrà l’incontro prepariamoci a stanarlo e ad accoglierlo come merita!”, si legge sulla locandina in cui campeggia il simbolo degli “Antifa” che sovrasta quello di Casapound messo sottosopra e con la tartaruga rovesciata e una grande scritta “Staniamo Di Stefano“. Torino antifascista dà poi appuntamento per la ‘caccia’ giovedì alle 19 “in luogo da definirsi”. Basta che si mena?

Intanto proseguono le perquisizioni presso centri sociali ma anche presso abitazioni private di militanti a Palermo da parte della Polizia, che sarebbe sulle tracce dei responsabili della brutale aggressione al segretario provinciale di Forza Nuova Massimo Ursino avvenuta ieri in via Dante. Le perquisizioni, terminate all’alba di oggi, sono state eseguite nelle abitazioni di persone vicine ai centri sociali. Ma anche presso lo studentato “Malarazza” in via Cavour.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luigi 21 febbraio 2018

    E secondo voi, anche se li trovassero? c’è un giudice/magistrato che poi li condanna???