Boldrini a Milano al corteo antifascista: ce la faremo, no pasaran… (video)

sabato 10 febbraio 19:03 - DI Redazione

Laura Boldrini, presidente della Camera, non ha trovato modo per partecipare a iniziative per la Giornata del Ricordo, ma ha trovato il tempo per partecipare a Milano al corteo antifascista. Nel video si vede l’esponente di Liberi e Uguali raggiungere lo striscione dell’Anpi e pronunciare parole di incoraggiamento ai manifestanti: “Ce la faremo, no pasaran…”.

La marcia è stata promossa da diversi collettivi studenteschi, centri sociali e associazioni che lavorano con i migranti. Al corteo, partito da piazza Oberdan e concluso in via Zuretti, vicino alla Stazione Centrale, ha preso parte anche Onorio Rosati, candidato di LeU alla presidenza della Regione Lombardia. Diversi gli striscioni del corteo: ‘Chiudere i covi neri. Milano antifascista, antirazzista, meticcia e solidale’, ‘Salvini sei tu il mandante’, ‘Contro la violenza fascista, razzista, sessista’.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • redstar@google.com 11 febbraio 2018

    I have never seen an elected politician similar to Ms. Boldrini, she is simply an instigator for the left, hungry for peer, unable to control her emotions, and anti democratic….Good luck Italia with politicians like Boldrini. I want to give a big thank you to your paper for allowing my statements in English…I am leaving for China on Thursday to my favorite city Changsha…I wish all of you the very best…

  • an.marconcini@gmail.it 11 febbraio 2018

    Purtroppo non è stata l’ unica carica dello Stato a non partecipare ad alcun incontro o commemorazione in ricordo della nostra tragedia più grande al pari degli anni di piombo e alle deportazioni della seconda guerra mondiale e la cosa per me è molto grave.Lungi da me l ‘intenzione di voler versare benzina sul fuoco visto che si è già trasformato in incendio in questi giorni però credo di non offender nessuno nel constatare che questa non presenza mi ha fatto male.Il pensiero è andato immediatamente agli esuli ancora in vita e ai loro parenti che sicuramente si saranno sentiti ancora una volta soli e abbandonati da uno Stato con poco senso dello Stato.Io invece ho provato pace e serenità nell ‘abbracciare stamani a messa la mia nonnina adottiva Istriana : Ti voglio bene Rossella.

  • chiarinil@racine.ra.it 11 febbraio 2018

    speriamo nel 4 marzo e che rimanga solo un brutto ricordo

  • giorgio.precetti@alice.it 11 febbraio 2018

    Crede di essere la madonna. A casa deve andare

  • Marcello Serafini 11 febbraio 2018

    personaggio becero e squallido assoldata e corrotta,
    l.apertura del suo padrone di bottega Napolitano alla massoneria Anglosassone ha provocato e sta provocando guasti importante che come ci ha detto il sig. Monti quando la crisi va via lascia dei sedimenti non recuperabili.
    Condanna doppia perchè fortemente voluta da forze esterne ed appoggiata da un insieme di apparati della nostra nazione che non ci vuole bene assolutamente tutti insieme amorevolmente per impoverirci e controllarci ,
    per arrivare all l’obiettivo del NEW WORLD ORDER

  • Marcello Serafini 11 febbraio 2018

    Che dire con questa donna altro non e’ che un soggetto in negativo………………
    il nostro paese à subito un danno incalcolabile di fatto e di immagine…………….
    senza pensare a quello economico……………………………………………………………
    pensate ancora che sia il caso di averla tra i piedi ?

  • Francesco Ciccarelli 10 febbraio 2018

    Un’accozzaglia di teppisti, drogati, amici degli spacciatori assassini, guidati dall’inutile idiota indegna delle Istituzioni! Danno il voltastomaco!