Bashar Assad: “Ora basta, abbatteremo ogni aereo invasore nei nostri cieli”

L’aggressione siriana nel territorio siriano per sterminare i curdi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Le contraerea siriana “abbatterà ogni aereo ostile proprio come ha abbattuto” nei giorni scorsi un F-16 israeliano. Lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri siriano, Faysal Mikdad, nel corso di una conferenza stampa a Damasco. Mikdad, citato dall’agenzia di stampa ufficiale Sana, ha aggiunto che “i cieli siriani non saranno violati dagli invasori”. Il governo di Damasco ha inoltre ribadito che non possiede armi chimiche e il loro utilizzo è “immorale e inaccettabile, qualunque sia il contesto”. Lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri siriano. Le parole di Mikdad, riportate dall’agenzia di stampa ufficiale Sana, seguono le affermazioni del presidente francese, Emmanuel Macron, che ha minacciato raid aerei sulla Siria nel caso fosse provato l’utilizzo di armi chimiche contro i civili. La crisi in Siria è stato uno dei temi principali affrontati nel corso di un colloquio telefonico tra il re saudita Salman e il presidente russo, Vladimir Putin. Lo ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale Spa, precisando che i due leader hanno parlato anche di non meglio precisate “questioni regionali e internazionali”. Salman e Putin hanno ribadito “l’importanza di raggiungere una soluzione politica e mettere fine alle sofferenze del popolo siriano”. Il re saudita e il presidente russo, ha concluso la Spa, hanno infine esaminato la “fruttuosa” cooperazione tra i due Paesi “al fine di raggiungere la stabilità dei mercati globali del petrolio al servizio della crescita dell’economia mondiale”. Quanto alla presenza iraniana sul territorio iracheno, “la presenza militare iraniana in Siria nasce da un invito del governo siriano”. E’ quanto ha affermato Ali Akbar Velayati, consigliere della Guida Suprema dell’Iran Ali Khamenei, chiedendo che le forze Usa lascino il Paese arabo. “Quelli che dovrebbero lasciare la Siria sono coloro che sono lì senza il permesso del governo legittimo siriano”, ha detto Velayati in dichiarazioni riportate dall’agenzia di stampa iraniana Isna dopo da Amman che il segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, ha affermato che le forze iraniane e le milizie sostenute da Teheran dovrebbero lasciare la Siria.