Al corteo antifascista si canta: “Ma che belle son le foibe da Trieste in giù”

sabato 10 febbraio 16:51 - DI Redazione

C’era da aspettarselo, ma fa sempre una certa impressione vedere squadernata la cultura di odio e risentimento degli antifascisti oggi riuniti a Macerata i quali, partendo col loro corteo di circa cinquemila persone (ma gli organizzatori sparano la cifra di ventimila) hanno pensato bene di oltraggiare gli italiani morti nelle foibe ad opera dei comunisti titini e proprio nella giornata del 10 febbraio dedicata all’omaggio a quei morti. Tra le bandiere dell’Anpi e della Fiom, quelle di Rifondazione e quelle dell’Arci, sfilano anche Cecile Kyenge, Gino Strada, Adriano Sofri, Sergio Staino, Pippo Civati, Nicola Fratoianni, Diego Bianchi (Zoro). Non uno striscione per Pamela, non uno slogan. Un brutto ricordo già seppellito quello della sua morte.

”Sconcerto e vergogna per i cori sulle foibe che si sono levati dalla piazza di Macerata – scrive in un post su Facebook Federico Mollicone, responsabile comunicazione di Fratelli d’Italia e candidato alla Camera –  Pensavamo che a manifestare oggi fossero gruppi di antifascisti, il che già faceva sorridere così, e invece si sono tristemente rivelati per quello che sono: degli anti-italiani che inneggiano all’odio comunista. Ci aspettiamo una veloce e netta condanna da parte di Liberi e Uguali e del suo leader Pietro Grasso, e che tutti coloro che si sono prodotti in questi squallidi e indecorosi cori vengano subito identificati e denunciati in forza della legge Mancino”.

“I cori che si sono sentiti inneggiare alle foibe sono scandalosi, calpestano morti innocenti e tradiscono gli ideali della Resistenza”, afferma la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, che oggi ha parecipato alle celebrazioni del Giorno del Ricordo alla Foiba di Basovizza.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • emanuela.tomassetti1@alice.it 9 novembre 2018

    Schifosissime zecche, dovrebbero vergognarsi di “cantare” sulla morte di migliaia di Italiani uccisi dal quel maiale di Tito, d’accordo con l’altro assassini di Togliatti …. cancelliamo il suo nome da vie e piazze d’Italia, è un affronto a quei poveri Italiani che avevano solo la colpa di essere tali !! Epurazione etnica, l’hanno chiamata e questi 4 mascalzoni si permettono di prenderci ancora per il c*** ?

  • gabrielenicolini@omniway.sm 7 novembre 2018

    IL COMUNISMO NEL SUO INSIEME HA SULLA COSCIENZA 140 MILIONI DI MORTI, CONSIDERATE VOI. I MORTI DELLE FOIBE ERANO SOLAMENTE ITALIANI ODIATI DAI TITINI, QUESTA E’ LA VERITA’

  • axel.lessio91@gmail.com 15 febbraio 2018

    Dove sono le prove? Nell’era in cui si filma tutto con il cellulare, non c’è nemmeno un video che testimonia il fatto? Quando lo vedrò ci crederò, fino ad allora, questo articolo è totalmente inutile e senza fonti.

    • rolgiud@gmail.com 5 novembre 2018

      Se c’è qualcosa di inutile quello sei tu. Documentati, pover’uomo, prima di scrivere c******.

    • mm.classis@libero.it 7 novembre 2018

      Quindi non avendo visto i tedeschi bruciare gli ebrei nei forni per te vuol dire che non è successo, complimentoni cretino

      • emanuela.tomassetti1@alice.it 9 novembre 2018

        Non rispondere a chi una logica non ce l’ha ….. questo nella vita sarà uno sfigato, ignorante e strumentalizzato … battaglia persa !!

    • Albertonovara65@gmail.com 7 novembre 2018

      Sicuramente sei uno di loro. Troppo facile risponderti. Meglio ignorarti. Sei patetico e penoso.

  • Stefano Altieri 13 febbraio 2018

    Roba di comunistoidi senza una traccia di storia e..memoria.Spero vivamente in un cambio di direzione, una svolta a 180°.Chi ha partecipato e quindi ha cantato queste mostrosità dovrà ricredersi e nel caso espatriare, tanto è feccia.La negretta Kienge, cosa sa dell’Italia?Tutte le occasioni sono buone per gettare fango sul paese che la ospita.Una pioggia acida (solforico) sarebbe auspicabile su cortei come questo.

  • francescolatrofa@virgilio.it 13 febbraio 2018

    Se le foibe sono così belle facciamogliele provare a loro……

  • gamba.giorgio@tin.it 13 febbraio 2018

    SIETE IL PIU’ GRANDE INSULTO ALLA CIVILTA’ VERGOGNATEVI

  • covellaf@aol.com 12 febbraio 2018

    Che Dio NON abbia pieta’ di loro, comunque essi la pensino circa la religione. Non sono neppur degni del nostro odio, troppo umano sentimento per sprecarlo contro degli ignoranti, presuntuosi.
    Povera citta’ Macerata! Prima ha partorito una Boldrini, rancorosa ed ideologizzata qualsiasi. Grazie alla quale ha dovuto essere menzionata per l`incivile atto perpetrato da assassini cannibali, da lei coccolati. Come se non bastasse ora la citta’ e’ stata costretta ad ospitare razze di facinorosi elementi, irrispettosi e volgari. Perche’ tante disgrazie, tutte assieme ad una sola citta’?

  • totocarafa@alice.it 12 febbraio 2018

    penso che la polizia dovrebbe essere dotata di lanciafiamme per comunisti

    • andreacelati@gmail.com 13 febbraio 2018

      Di più di più

  • totocarafa@alice.it 12 febbraio 2018

    PENSO CHE I POLIZIOTTI DOVREBBERO ESSERE DODATI DI LANCIAFIAMME ANTICOMUNISTI

  • franco.prestifilippo@tin.it 12 febbraio 2018

    Non c’è odio, ma solo schifo e ribrezzo per questi poveri idioti strumentalizzati.

    • andreacelati@gmail.com 13 febbraio 2018

      Di più di più. Sono malvagi e falsi.

  • giovannadecanio@yahoo.it 11 febbraio 2018

    RIFIUTI UMANI !!! Non c’è altro da aggiungere…

  • doncicciocorleone@gmail.com 11 febbraio 2018

    Non commento altrimenti mi sbattono in galera a vita…

  • ufusco20@yahoo.it 11 febbraio 2018

    sono solo dei sciacalli,persone senza anima!!!!!!!

  • walter.stringaro@alice.it 11 febbraio 2018

    Erano solo degli assassini e sono rimasti tali !

  • paolograffigna@alice.it 11 febbraio 2018

    Ci vorrebbe un Pinochet anche in Italia che metta a posto “gli antifassisti di tutte le risme”

  • agenuardi@gmail.com 11 febbraio 2018

    Sono patetici e pericolosi, malati della loro arrogante e violenta idiozia. Ora finalmente si capisce la strategia loro e del governo degli ultimi 5 anni, sostituire gli italiani che per loro sono fascisti con i migranti clandestini africani. Criminali bastardi come i comunisti di Tito con l’eccidio di migliaia di italiani nelle Foibe della Venezia Giulia e della Dalmazia.

  • avvpaolopieraccini35@gmail.com 11 febbraio 2018

    Sono i vermi che fuoriescono dal cadavere putrefatto del partito comunista

  • mauro@mgmoda.com 11 febbraio 2018

    …LANCIAFIAMME..

  • riccardo.castagnoli@teletu.it 11 febbraio 2018

    Comunisti stalinisti antidemocratici, verranno puniti dal giudizio delle urnedel 4 marzo.

  • valagussa@lispa.it 11 febbraio 2018

    Dei 3 indagati immigrati senza permesso di soggiorno e spacciatori (almeno 2) durante questa manifestazione politicamente disinteressata in vista delle elezioni, nessuno ha detto nulla? che hanno probabilmente ucciso e poi squartato quella povera ragazza? quello che mi ha fatto pena e schifo è quando al tg hanno chiesto ad una manifestante perché era li, la sua risposta…..perché sono antifascista, la risposta si commenta da sola.

  • Mcoluccia@ymail.com 11 febbraio 2018

    La Kienge viene da un Paese ove lo sterminio fa da padrone, se vuole si puo’ dissociare dai canti offensivi di cui sopra. Facciano lo stesso gli altri politici sfilanti nella tragica carnevalata di regime.

    • valagussa@lispa.it 11 febbraio 2018

      Ma secondo te la signora rinuncerebbe ai 20mila euro di “sudato” stipendio per ritornare al suo paesello?

  • marimanzo@gmx.net 11 febbraio 2018

    Vergogna ! Povera Italia, questo non e’ piu’ il mio paese.
    I morti si devono rispettare che siano di destra o di sinistra!

  • 11 febbraio 2018

    Quanti morti e torturati ci sono stati all’ombra di falce martello? Quanti crimini sono stati perpetrati nel nome del comunismo?Quanti uomini e donne,nascondendosi dietro l’ideologia del comunismo,hanno infierito,massacrando e torturando,loro simili e compatrioti? Allora che si faccia una buona volta anche una legge che metta al bando il comunismo,la sua ideologia e i suoi simboli.

  • luciferoverde@gmail.com 11 febbraio 2018

    Fate solamente Schifo….. Non sarò mai un Lurido Verme Sinistroide

  • angeloprof58@libero.it 11 febbraio 2018

    Il corteo di Macerata, il peggio della sinistra composto da criminali decelebrati !

  • fausto.massaia@gmail.com 11 febbraio 2018

    i comunisti non spariscono mai. Lo dimostra rifondazione comunista. Inutile sperare in Grasso che vede ancora il fascismo.

  • vittoriomura@gmail.com 11 febbraio 2018

    Non mi sorprendo più di tanto e credo che chi ha partecipato era tacitamente concorde con questi insulti. Mi chiedo che senso abbia oggi parlare di antifascismo senza analoghi interventi legislativi che condannino anche il comunismo che ben più gravi e numerosi lutti ha seminato in tutto il mondo ed ovviamente purtroppo anche nella Nostra Patria.

    • valagussa@lispa.it 11 febbraio 2018

      Cosa vuoi che siano i circa 20 milioni di cittadini/contadini/preti/e media borghesia che casualmente sono morti o scomparsi nei campi di concentramento, questa non la sa nessuno che c’erano anche nella russia di stalin………, solo perché non erano d’accordo con la mente malata del dittatore o erano scomodi, e stranamente sui libri di storia di questo non c’è nemmeno una riga, mentre su quelli tedeschi è 70 anni che ogni anno fuori la stessa storia e fanno anche pellegrinaggi delle scuole per far ricordare gli orrori, sarà anche giusto (a parte gli zingari) ricordarli ma se ci deve essere giustizia/ricordo deve valere per tutti, e non solo se fa comodo.

  • Balzo341934@libero.it 11 febbraio 2018

    Meritano di essere pestati a sangue questi delinquenti comunisti del caxxo

  • Marcello Serafini 11 febbraio 2018

    che commento fare a di dementi revisionisti-negazionisti

  • marinovenegoni@gmail.com 10 febbraio 2018

    Grasso lei che è stato un magistrato non si vergogna della gente che la circonda che inneggia alle foibe!!! Altro che antifascismo siete voi fuorilegge zecche rosse

    • Mcoluccia@ymail.com 11 febbraio 2018

      La magistratura indipendente, rara da scovare. Si rintana, quella dominante, nella sicura e ricca cuccia del PD.

  • Francesco Ciccarelli 10 febbraio 2018

    Carogne!

  • ninotaranto@ibero.it 10 febbraio 2018

    i morti delle foibe sono dei veri martiri, poiché nessun tribunale li aveva condannati a morire in un modo così atroce. Vile chi li dissacra e li offende !!! Sia maledetto e sprofondi nell’inferno !11

  • danilaannesi@gmail.com 10 febbraio 2018

    Oggi, a Macerata, ha sfilato il fior fiore degli imbecilli e delinquenti.Non prenderanno un voto perché gli Italiani la pensano in modo del tutto diverso da loro che non hanno capito un cavolo

    • Mcoluccia@ymail.com 11 febbraio 2018

      Signora Danila, questa gentaglia viola ogni diritto. Costituire ronde di onesti cittadini contro questi teppisti potrebbe servire da deterrente contro nuove violenze.

  • franz.hilpold@gmail.com 10 febbraio 2018

    Perchè non si parla mai delle bestialità commesse dagli italiani nelle zone abitate dai slavi del friuli e nell’ Istria e Dalmazia negli anni venti, trenta e primi anni quaranta. Non si parla dei macellai generali Roatta e Graziani che si sono macchiati di orribili carneficine nelle zone dell’ex-Jugoslavia. Non bisogna fare i conteggi dei morti, però in confronto ai 4000 infoibati italiani e slavi(!) (che era un crimine!) ci stano i 300000 massacrati slavi da parte della seconda armata italiana! Di questo non si parla mai. I vari Graziani e Roatta e altri comandanti fascisti,bestie di una crudeltà inaudita hanno purtroppo mai subito una Norimberga e sono usciti impuniti dalla seconda guerra mondiale.

    • eleonora4198@virgilio.it 11 febbraio 2018

      mi scusi ma lei ha vissutoin friuli ? che roatta e graziani fossero dei mezzi lazzaroni , cosa dire di tito ? altro che i 300 milache dice massacrati da graziano , e si ferma solo sui 4000 mila dellefoibe . ma sa quanti sono gli italiani massacrati dai titini ? certamente no , ma lei sa quanti iugoslavi fuggivano in friuli quando era ancora vivo tito e che i goriziani aiutavano ascappare ?al tempo di stalin i morti sono stati oltre 100 milioni . ammazzati i soldati che avevano combattuto contro hitlker solo perchè erano riusciti a non farsi ammazzare . ne vuole ancora qualche numero ? per favore non offenda i nostri italiani fuggiti dalla iugoslavia senza nemmeno un soldo in tasca .altro che i neri che vivono a sbafo .

    • raffaele_melizzi@libero.it 11 febbraio 2018

      Purtroppo oggi si tende a nascondere che cosa hanno fatto le gloriose truppe fasciste nella ex Jugoslavia, in Grecia, in Etiopia ed in tutti i paesi in cui si andava a conquistare, al seguito dei tedeschi o in maniera autonoma. Gli stupri, la gente impalata, i bambini massacrati ed altri eroismi simili sono descritti chiaramente in alcuni libri di storia non troppo allineati al volere politico di dimenticare tutto. Basta andare a parlare con qualche anziano sloveno o croato o serbo per capire quanto eroismo e patriottismo animava le eroiche truppe italiane. Le foibe sono un capitolo vergognoso della storia ma, purtroppo, la vendetta dei popoli è una cosa abbastanza comune seppur non giustificabile. Purtroppo in quel caso non hanno pagato i veri responsabili delle barbarie passate ma solo alcuni fascistelli locali e troppi innocenti colpevoli solo di essere italiani.

  • rimarcol@yahoo.it 10 febbraio 2018

    nessun commentp solo Che Dio.abbia pieta di loro…

    • marimanzo@gmx.net 11 febbraio 2018

      Riccardo, grazie …finalmente una persona dai toni calmi e civili.

      • Mcoluccia@ymail.com 12 febbraio 2018

        Sig.ra Mara, nome che significa DONNA, vi e’ qualche commento eccessivo, ma non sfiora neanche lontanamente il becero comportamento dei gauchistes.

  • seraifini_ma@libero.it 10 febbraio 2018

    Non è possibile commentare l’ignoranza e la demagogia ………..
    Sono addolorato da tali comportamenti!!!!

    • marimanzo@gmx.net 11 febbraio 2018

      Grazie anche a lei Marcello per le sue parole moderate. E’ lo stesso sentimento
      di dolore che provo anch’io quando si parla di simili stragi (uguali di sinistra o destra)
      Alla fine sono tutti esseri umani.

  • annasemp@hotmail.it 10 febbraio 2018

    Credo sia vergognoso! I crimini, vanno riconosciuti tutti! Sicuri di non essere voi quelli cattivi, fascinolosi e pronti con spranghe in mano per picchiare?

  • giorgio.Ricardo@live.it 10 febbraio 2018

    Che dire : comunisti, hai detto tutto.

  • ilsanlorenzofirenze@hotmail.com 10 febbraio 2018

    Nella foto potete ammirare tutta la pecoraggine dell’inconsapevole gregge italiota. Ecco perchè il masso-ebreo-bolscevismo pensando e agendo in vece loro, sta riuscendo a schiavizzarli come servi della gleba. Povera Nostra Italia dimentica del tanto sangue sparso per la Nostra Libertà e Sovranità. Lo staff del Firenze “il San Lorenzo”

  • penelope65em@libero.it 10 febbraio 2018

    Che crepino tutti fra mille tormenti, assieme alle loro famiglie! Loro sono i buoni….io no!
    Figlia e nipote di profughi istriani

  • massimo.tamborrino@tin.it 10 febbraio 2018

    Vergogna, vergogna vergogna!

    Questi Sub umani farebbero bene a leggere ed imparare la storia dei martiri italiani delle foibe.

    Che leggessero della povera Norma Cossetto e si vergognassero

    È una vergogna Vincenzo caro.

    Questi sub umani dovrebbero imparare la storia e leggere per esempio della povera Norma Cossetto.

    «Ancora adesso la notte ho gli incubi, al ricordo di come l’abbiamo trovata: mani legate dietro alla schiena, tutto aperto sul seno il golfino di lana tirolese comperatoci da papà la volta che ci aveva portate sulle Dolomiti, tutti i vestiti tirati sopra all’addome
    Solo il viso mi sembrava abbastanza sereno.
    Ho cercato di guardare se aveva dei colpi di arma da fuoco, ma non aveva niente; sono convinta che l’abbiano gettata giù ancora viva.
    Mentre stavo lì, cercando di ricomporla, una signora si è avvicinata e mi ha detto: “Signorina non le dico il mio nome, ma io quel pomeriggio, dalla mia casa che era vicina alla scuola, dalle imposte socchiuse, ho visto sua sorella legata ad un tavolo e delle belve abusare di lei; alla sera poi ho sentito anche i suoi lamenti: invocava la mamma e chiedeva acqua, ma non ho potuto fare niente, perché avevo paura anch’io” »

    (Dal racconto di Licia Cossetto, sorella di Norma)

    • valagussa@lispa.it 11 febbraio 2018

      Queste cose ti fanno male, e ti fanno pensare dove sia la giustizia quella terrena, sul dopo non posso che sperare che brucino all’inferno per l’eternità, ma è solo una speranza.

  • gottgigi@libero.it 10 febbraio 2018

    Perché date risalto e pubblicità a queste lorde persone?
    Sarebbe utile la lista dei partecipanti per fare provare a tutti loro l’ebbrezza di essere legati con il filo spinato ed essere gettati VIVI nelle foibe che, secondo molti pseudo acculturati comunisti pdioti, non esistono!!!
    Queste persone sono la negazione del rispetto e della storia, come tali non devono essere rispettati ma cancellati come vergognosi infami!!!

  • ancatel@libero.it 10 febbraio 2018

    Stamane sono andato al Palazzo della Gran Guardia a Verona dove è stata allestita una mostra fotografica sulla tragedia dell’esodo Giuliano Dalmata in occasione del Giorno del Ricordo. L’odio comunista di fronte a quei fatti tragici conferma la spregevolezza di quegli individui. Degni eredi di piazzale Loreto e delle famigerate “volanti rosse” che nel dopoguerra commisero ogni sorta di crimini nefandi.

  • minorizzo@tiscali.it 10 febbraio 2018

    Se tutti gli imbecilli d’italia si sono concentrati a Macerata, c’è da essere molto contenti e soddisfatti – Sono pochi, lo 0,00qualcosa per mille

  • centenig@gmail.com 10 febbraio 2018

    Spero che i kompagni riservino loro lo stesso trattamento come disse jisas