Acqua, rifornimenti, sicurezza: ecco cosa fanno i parà della Folgore in Libano

Rifornimento d’acqua, rifornimenti e ripristino dell’efficienza di mezzi ed equipaggiamenti per la basi militari in Libano: ecco, nel dettaglio, il lavoro svolto dai paracadutisti della “Folgore” in missione Unifil da e per conto dell’Italia.
Di più e meglio: il Combat Service Support Battalion della Joint Task Force Lebanon, su base Reggimento Logistico ”Folgore”, con i suoi assetti, trasporti e rifornimenti, ha percorso oltre 100.000 Km in due mesi di attività operative nell’ambito della missione Unifil nel sud del Libano, tutte mirate ad assicurare rifornimenti, mantenimento ed il trasferimento di materiali, mezzi e del personale da e per l’Italia.

L’unità logistica dell’Esercito inquadrata nella Brigata Paracadutisti…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi