Verona, precipita un aereo da turismo: non c’è scampo per i due a bordo

Soccorritori e vigili del fuoco hanno lavorato incessantemente per ore, impegnati dalle 10.50 di questa mattina a domare le fiamme e recuperare quel che resta del velivolo: ma per i due passeggeri a bordo dell’aereo da turismo precipitato in una zona impervia di via Novare in località Arbizzano a Negrar, in un bosco del Veronese, non c’è stato niente da fare.

Verona, precipita un aereo da turismo: 2 morti

Le squadre intervenute sul posto con 5 mezzi tra cui le squadre SAF (Speleo alpino fluviali) hanno spento l’incendio del Cessna – divampato subito al momento dell’impatto del velivolo col terreno – ma purtroppo i due occupanti a bordo del mezzo precipitato erano già morti. Le operazioni di messa in sicurezza della zona sono andate avanti a lungo, e appena si è potuto i soccorritori al lavoro sul luogo del disastro – sul posto si sono recati anche i carabinieri e il personale del Suem 118 – hanno provveduto al recupero delle salme. Per quanto concerne la ricostruzione della dinamica di volo e incidente, al momento si sa solo che l’aereo era decollato dall’aeroporto di Verona Boscomantico e che, come riportato in una nota dall’Ansv (L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo) che ha aperto «un’inchiesta di sicurezza sull’incidente avvenuto oggi presso Arbizzano, in provincia di Verona, all’aeromobile Cessna F150, marche di identificazione I-CENE», il velivolo era decollato dallo scalo di Verona «con destinazione quello di Thiene»; che i due passeggeri a bordo sono deceduti e che «l’Ansv ha immediatamente disposto l’invio di un proprio investigatore sul luogo dell’evento». Le due vittime, riferisce infine il sito dell’Ansa, «sono state identificate, ma i loro nomi non vengono al momenti diffusi dalle autorità».