Usa, scatta lo “shutdown”, Trump furibondo: «Cittadini presi in ostaggio»

Quello che temeva è accaduto. Peggio di così non poteva andare il primo anniversario del giuramento di Donald Trump da presidente. A un anno esatto negli Stati Uniti entra in vigore lo “shutdown”, ovvero il blocco dell’attività amministrativa federale, a partire dai servizi meno essenziali, per mancanza di fondi.

La temuta procedura è scattata in seguito al voto negativo del Senato al provvedimento per…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi