Una bomba davanti Colle Oppio. FdI: «Frutto dell’intolleranza a 5Stelle»

Un ordigno incendiario è stato trovato davanti alla sede di FdI di Colle Oppio, la storica sezione del Msi di Roma di recente fatta sgomberare dalla giunta Raggi. Ad accorgersi della presenza della bomba rudimentale e inesplosa davanti alla porta sono stati alcuni militanti del partito di Giorgia Meloni, che continua a “presidiare” la sede non solo in sede giudiziaria, dove è in corso una battaglia contro il provvedimento del Comune, ma anche mantenendo una presenza costante sul territorio.

La battaglia contro i sigilli a Colle Oppio continua

Dopo la denuncia da parte del presidente del circolo Colle Oppio, Federico Mollicone, e del capogruppo di FdI al Municipio I, Stefano Tozzi, sul luogo sono intervenuti artificieri e Digos, «che ringraziamo per la disponibilità», hanno detto i due esponenti del partito. Le forze dell’ordine «hanno verificato – hanno spiegato ancora Mollicone e Tozzi – che si tratterebbe di un innesco, ma non incendiabile». È comunque, hanno commentato gli esponenti di FdI, «un inquietante avvertimento contro il nostro impegno quotidiano, frutto del clima di intolleranza diffuso dai 5Stelle». «Noi siamo sempre nei Rioni e a Colle Oppio, per cui stiamo conducendo una vera e propria guerra giudiziaria. Esistono le guerre lampo e quelle di trincea. Questa è sicuramente lenta. Ma noi siamo qui, ogni giorno sul territorio, sereni e determinati. Fino alla vittoria. E presto – hanno concluso – avrete novità».