Un party con le canne: ecco perché i concorrenti di “Amici” sono stati cacciati

Una canna fumata nel residence. Secondo Rolling Stone Italia, è questo il motivo per cui Maria De Filippi ha espulso quattro concorrenti della trasmissione Amici e ha obbligato tutti gli altri a ripulire, di notte, le strade di Roma. Una pena di cui all’inizio non era chiaro il motivo. Durante la puntata andata in onda sabato 13 gennaio la produzione del programma Mediaset aveva parlato genericamente di «mancato rispetto del regolamento da loro sottoscritto in sede di accesso alla scuola».

“Amici” e la punizione

Maria De Filippi, intervistata dal Corriere.it, ha spiegato come è arrivata l’idea di punire i ragazzi: «È stata un’iniziativa pensata. I ragazzi che partecipano al talent lasciano la loro famiglia: stanno la maggior parte del tempo nella scuola, poi ci appoggiamo a un albergo che diventa per noi una succursale del programma. Sono ragazzi che si allontanano dai loro genitori e ne sentiamo la responsabilità. Per questo, era giusto insegnare loro il rispetto della disciplina necessaria per il mestiere che vogliono imparare, regole di vita che segue chiunque si ponga un obiettivo. Quando è successo questo casino abbiamo deciso di dare loro una punizione».