Ultimatum della Meloni: «Se Pirozzi va contro Parisi, è fuori dal centrodestra»

Quasi un ultimatum. Sul Lazio non si scherza. «Parisi? E’ «romano de Roma, molto competente e su di lui il centrodestra deve essere molto compatto». Senza se e senza ma. Parola di  Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che, entrando al convegno sulla famiglia, organizzato a Roma, dal ‘family day’, si sofferma sulla candidatura di Stefano Parisi per la guida della Regione Lazio. Il centrodestra è compatto e sicuro su questa candidatura: la competenza contro il caos. Ha aggiunto Giorgia Meloni : «Se Parisi era una candidatura debole, non la mettevamo in campo».

Meloni: “Se Pirozzi va contro Parisi…”

La leader di Fratelli d’Italia ha richiamato in modo perentorio  all’unità, rivolta soprattutto al sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi: «Speriamo che tutti gli alleati facciano davvero campagna elettorale per lui. Se ci si crede, si vince». Poi la Meloni ha tagliato corto: «Se Pirozzi va contro Parisi non vuole far parte del centrodestra». La partita del Lazio può e deve essere vinta. Il centrodestra unito ha tutte le chance per farlo, per non lasciare una Regione già disastrata dalla giunta Zingaretti nelle mani dell’incompetenza dei cinquestelle, che potrebbe veramente rappresentare il colpo di grazia. L’unica alternativa al caos è votare centrodestra, aveva detto la Meloni nei giorni scorsi. E’ proprio così, è bene che i cittadini del Lazio se ne rendano conto.