Turchia, aereo passeggeri fuori pista: scivola fino in riva al mare (VIDEO)

domenica 14 gennaio 11:06 - DI Lorenza Mariani

La paura è stata la stessa che si prova durante un incidente o un a atterraggio di fortuna: ma fer fortuna in questo caso non ci sono stati feriti a seguito di quanto accaduto a un aereo passeggeri uscito fuori pista e arenatosi nel fango a pochi passi dalla battigia di una spiaggia del Mar Nero…

Turchia, aereo passeggeri scivola fuori pista

Tanta paura; la dinamica di un disguido ancora tutta da appurare e ricostruire e, soprattutto, un intero equipaggio per lo più uscito incolume dall’impatto do fortuna, salvo qualche ferito lieve. Tutto si è consumato in quelli che devono essere sembrati interminabili minuti quando, verso le 20.25 di ieri, (le 23.25 ora locale ndr), durante l’atterraggio, il velivolo – un Boeing 737-800 del volo PC8622 – proveniente da Ankara e che procedeva verso l’aeroporto di Trabzon, in Turchia, a una velocità di 110 nodi (204 km/h), ha registrato qualche difficoltà a procedere. Pioveva  e la pista era completamente bagnata. L’aereo avrebbe avuto problemi con il sistema frenante: fatto sta che, all’improvviso, i passeggeri a bordo terrorizzati hanno assistito ad una “scivolata” di fortuna fuori pista: il velivolo è uscito dal tracciato aeroportuale e si è bloccato riuscendo a frenare nel fango solo quando era a pochi metri dal mare, dopo essere atterrato nell’aeroporto internazionale in provincia di Trebisonda, sul Mar Nero.

I passeggeri terrorizzati ma incolumi

Secondo quanto riferito dall’agenzia statale Anadolu che ha mostrato i filmati degli sforzi per recuperare il mezzo, appartenente al vettore privato Pegasus, nessuno è rimasto ferito nell’incidente e tutti i passeggeri sono stati evacuati in sicurezza. Una notizia confermata in queste ore dall’Anadolu che ha citato il governatore di Trebisonda, Yucel Yavuz. I voli all’aeroporto internazionale sono quindi regolarmente ripresi dopo essere stati temporaneamente sospesi in seguito all’incidente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *