Terremoto, la terra trema a Macerata (e non solo): nuova scossa di magnitudo 3.1

La terra continua a tremare. Non ha mai smesso: facendo sentire gli esiti, ora drammatici, ora solo percettibile e fortunatamente senza conseguenze, dei suoi sommovimenti tellurici alla ricerca di un equilibrio geofisico e in risposta a faglie e spostamenti nel sottosuolo dovuto a modificazioni geologiche di entità rilevante e fino a poco fa ancora sconosciute. L’ultima – l’ennesima – prova di un continuo smottamento più o meno superficiale è stato rilevato poche ore fa, quando una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 5.01 di questa mattina nella zona di Macerata. L’epicentro del sisma è stato localizzato dall’Ingv a due km da Muccia (Macerata) e a tre da Pieve Torina (Macerata), ad una profondità di 10 km. Ma nella stessa zona, e in provincia di Perugia, erano stati registrati diversi movimenti di minore entità già dal pomeriggio di ieri.

Terremoto, scossa a Macerata di magnitudo 3.1 e…

Non solo: come riportato in queste ore dal sito del Centro Meteo Italiano,« l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha registrato due scosse di terremoto in Italia», (nel corso della notte tra martedì 16 e mercoledì 17 gennaio ndr), precisamente, riporta il sito web sopra citato, «alle ore 00:26, sisma di magnitudo 2.6 nel distretto Tirreno meridionale, epicentro in mare, 30 chilometri a nord di Messina, 39 chilometri a nord di Reggio Calabria. Ipocentro profondo 137 chilometri». Mentre ieri, esattamente alle 5:12 del mattino, una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 sarebbe stata rilevata in Liguria, distretto costa ligure centro occidentale. «Epicentro in mare, a 19 chilometri da Cervo, in provincia di Imperia – fa sapere sempre il sito di Centro Meteo Italiano -. Ipocentro a 5 chilometri di profondità. Evento localizzato 41 chilometri ad est di Sanremo, 56 km a sud di Savona, 83 chilometri a sud ovest di Genova, 87 km a sud est di Cuneo». A dimostrazione di una ricerca continua e disseminata ovunque sul territorio, di un equilibrio perennemente da raggiungere.