Se si votasse oggi, i grillini spagnoli di Ciudadanos sarebbero il primo partito

sabato 13 gennaio 17:05 - DI Redazione

Ciudadanos, la formazione politica arrivata in testa in Catalogna, sarebbe il primo partito se si votasse oggi in Spagna. È quanto evidenzia un sondaggio pubblicato su El Pais, che indica il partito liberale di Albert Rivera al 27,1%. Al secondo posto, si piazza il Partito Popolare del primo ministro Mariano Rajoy con il 23,2%, seguito dai socialisti del Psoe (21,6%) e dal partito della sinistra radicale Podemos con il 15,1%. El Pais legge il dato con prudenza, sottolineando come il sondaggio fotografi “uno stato d’animo congiunturale” che potrebbe non avere conseguenze alle prossime elezioni, previste per il 2020. Tuttavia, nota il giornale, “è significativo che per la prima volta la posizione di predominio di Ciudadanos appaia in modo tanto chiaro”. Partito anticasta, ma non antisistema, arrivato quarto alle ultime elezioni spagnole, Ciudadanos si avvantaggia per la visibilità conquistata durante la crisi catalana, grazie anche alla sua leader locale Ines Arrimada. Intanto si apprende che l’ex vice presidente della Generalitat catalana, Oriol Junqueras, non potrà godere di permessi di uscita dal carcere per andare a votare al parlamento di Barcellona, dove è stato riconfermato alle elezioni del 21 dicembre. Lo ha stabilito il giudice Pablo Llarena, del Tribunale Supremo, esortando il parlamento a permettere, se Junqueras lo richiederà, la possibilità di un suo voto per delega, scrivono i media spagnoli. Analoga decisione è stata presa anche per altri due deputati secessionisti in carcere: l’ex consigliere dell’Interno Joaquim Forn e Jordi Sanchez, leader di Assemblea Nazionale Catalana, un’associazione della società civile.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *