Sardegna: sesto caso di meningite, uno mortale. Oggi un caso Brescia

Sesto caso di meningite in Sardegna, dopo quello mortale di Lanusei (Nu). Un ventenne della provincia di Cagliari, che accusava  mal di testa e febbre altissima, è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale SS Trinità di Cagliari con infezione da meningococco B confermate dalle analisi di laboratorio. Immediatamente sono scattate le procedure di profilassi per familiari e persone che ne sono venute a contatto. Il giovane non è in pericolo di vita. Si tratta del sesto caso di meningite in Sardegna dal 22 dicembre scorso. Il primo caso proprio a Cagliari, ha colpito una studentessa risultata affetta da una forma non contagiosa. Poi a Nuoro, il secondo e il terzo caso a carico di due pazienti di 5° e 43 anni, un uomo invalido e la sua badante, che sono stati ricoverati e curati all’ospedale San Francesco di Nuoro. Il quarto caso ha riguardato un 20enne di Tortolì, morto dopo 24 ore dal ricovero all’ospedale di Lanusei. Il quanto caso a carico 50enne gallurese, in un primo tempo ricoverato ad Olbia poi portato al San Francesco di Nuoro. Il sesto infine quello scoperto ieri a carico del 20enne della provincia di Cagliari ricoverato al SS Trinità. Oggi, inoltre, c’è una sospetta sepsi da meningococco per un bimbo di 3 anni residente a Ghedi, nel Bresciano, dove frequenta la scuola dell’infanzia. L’Ats di Brescia ha informato di avere ricevuto la comunicazione sul caso nella sera del 13 gennaio, e che nella notte è stata confermata la positività del piccolo al meningococco. Il bambino, ricoverato inizialmente all’ospedale di Manerbio, ora si trova ai Civili di Brescia “in condizioni stabili”.