Rubavano in casa, mentre i proprietari dormivano: traditi da troppa avidità (video)

Specializzati in furti in appartamento, agivano di notte quando i proprietari dormivano e, dopo averli neutralizzati, si  impossessavano  dei bancomat, degli oggetti preziosi presenti in casa e delle chiavi delle autovetture, con cui poi si davano alla fuga. Ad arrestare un bosniaco 33enne, già sottoposto a divieto di dimora nel Comune di Torino, e un italiano 52enne, è stata la polizia che, al termine di un’indagine, ha contestato ai due una rapina e tre furti aggravati, tutti commessi di notte in abitazioni della collina torinese. In un caso anche con l’utilizzo di gas narcotizzante.

Dopo i furti in casa, le soste ai bancomat

I due, nella stessa notte in cui commettevano i furti, erano soliti fermarsi presso vari sportelli bancomat di istituti bancari per effettuare dei prelievi con le carte bancomat sottratti alle vittime. La loro identificazione è avvenuta grazie all’analisi di numerose immagini estrapolate nei dintorni delle abitazioni delle vittime e di quelle registrate in occasione dei prelievi presso gli sportelli bancomat.