Roma: bimbi schiaffeggiati durante il catechismo, prete rimosso e sospeso

Un paio di sonori ceffoni assestati sul viso di alcuni bambini rivelatisi più vivaci di quanto non consentisse la lezione di catechismo cui assistevano. Un episodio disdicevole che forse un tempo non sarebbe neppure assurto a dignità di notizia, tanto erano frequenti schiaffi e persino falcioni da parte di parroci più inclini al combattimento che alla misericordia, ma che al tempo d’oggi riescono a suscitare rabbia e persino riprovazione. Protagonista, un non meglio specificato don Angelo, vicario della parrocchia di Santa Maria Regina dei Martiri di Dragona, frazione di Roma situata nella zona di Acilia nord.

I bambini seguivano il catechismo a Dragona

Don Angelo è ora molto provato. La sua manesca reazione sui bambini del catechismo ha scatenato l’unanime condanna della comunità di Dragona. Al punto da richiedere l’intervento del suo diretto superiore, don Leonardo, che in un post sul proprio profilo Facebook si è detto «enormemente» dispiaciuto per l’episodio. «Il fatto – ha assicurato il sacerdote – non potrà ripetersi. Don Angelo è rammaricato e si è ritirato, conscio di doversi probabilmente curare».

La parrocchia chiede perdono alle famiglie

È stato don Leonardo, a nome del prete schiaffeggiatore, a chiedere perdono «ai bambini delle comunioni verso i quali ha alzato le mani, sotto l’impulso della rabbia fuori controllo, nonché ai genitori, ai parrocchiani e agli altri sacerdoti, scioccati e stupiti dall’increscioso e grave evento durante l’ora di catechismo». Il post spiega inoltre che il prete è stato immediatamente rimosso dall’incarico e sospeso dalla pastorale.