Rincari continui, il caffè al bar rischia di non essere più un piacere…

martedì 9 gennaio 15:47 - di Redazione

Nuovo anno e nuovi aumenti per il caffè al bar. L’espresso più caro in assoluto si paga a Torino dove il prezzo arriva a 1 euro e 10 centesimi (+5,77%) ma l’aumento più alto si registra a Roma (+11,96%) rispetto all’anno scorso, dove il caffè costa in media 1,03 euro. A rilevare la situazione nelle principali città italiane è la Federconsumatori e i dati, diffusi dall’Adnkronos, sono aggiornati all’8 gennaio. Il caro tazzina al bar comunque è del 5,95% in media. Sopra il tetto di 1 euro, questione di centesimi, l’espresso è già arrivato in quattro città, oltre a Torino e Roma anche a Milano a 1,08 euro (+8%) e Firenze 1,04 euro (+1,96%), e non si esclude che nel corso dell’anno aumenti altrove. Il primato in basso invece spetta a Napoli, la patria della “tazzulella”, con 0,91 euro (+5,81%) seguita da Palermo con 0,94 euro (+2,17%). Aumenti ingiustificati, secondo l’associazione dei consumatori guidata da Emilio Diafora. ”Non c’è nulla che giustifichi questi rincari, e non solo sul caffè ma su tutte le voci dei consumi più significativi e popolari”, osserva il presidente Diafora parlando con l’Adnkronos, aggiungendo: ”Non mi risulta ci sia una crescita dei redditi con la stessa dinamica”. ”La tassazione aumenta su tutto e si riversa sui consumatori finali” sostiene citando l’aumento delle tariffe, delle bollette, delle autostrade, come dalle cronache di questi giorni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *