Regione Lazio, Pirozzi: «Faccio un passo indietro se si candida la Meloni»

«L’unica persona per la quale farei un passo indietro volentieri è Giorgia Meloni». Un segnale rilevante arriva, all’indomani del vertice di Arcore tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, dal sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi,  candidato alla presidenza della Regione Lazio con la sua lista civica. Sulla possibilità di tirarsi indietro dalla corsa per le regionali in favore di una candidatura condivisa del centrodestra, Pirozzi fa un’affermazione chiara: si può fare, a patto che ci sia una candidatura forte, che per lui è quella della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, «che è un leader nazionale». E se in cambio del ritiro dalla corsa alla Regione Lazio gli venisse offerta una candidatura in Parlamento? Pirozzi risponde con una battuta: «L’unico posto sul quale ci potrei pensare è quello di commissario tecnico della Nazionale», sottolinea il sindaco di Amatrice, già allenatore di calcio.