Prostituzione, la crisi aumenta il giro d’affari: oggi è di 3,9 miliardi di euro

lunedì 22 gennaio 14:59 - di Redazione

Vale 3,9 miliardi di euro l’anno il fenomeno della prostituzione in Italia e la crisi economica ne ha «alimentato business e numero di lavoratrici». A rilevarlo è un’analisi del Codacons che ha deciso di diffondere i dati nel pieno del dibattito elettorale anche su questo tema. «È noto che il mercato del sesso registra un fatturato annuo pari a 3,9 miliardi di euro. Ciò che è meno noto – ha segnalato il Codacons – è che durante gli anni della crisi economica il settore è cresciuto sensibilmente, anche grazie al boom della prostituzione sul web».

In Italia 90mila operatori del sesso e 3 milioni di clienti

Dall’indagine realizzata dal Codacons emerge che gli operatori del sesso in Italia sono circa 90mila, per un numero di clienti che raggiunge i 3 milioni di cittadini. Nel periodo della crisi economica (2007-2014) il fatturato della prostituzione è cresciuto del 25,8%,  mentre il numero di soggetti dediti alla prostituzione è aumentato del 28,5% (+20mila).

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi