Partita di pallanuoto under 13, botte da orbi tra i genitori: allenatore in acqua

Ancora una rissa durante un incontro sportivo tra giovanissimi. Al centro della spiacevole vicenda non è un campo di calcio, ma una piscina. Una maxi rissa è scoppiata nel Club Lanciani di Roma, in via Pietralata, durante una partita di pallanuoto tra squadre di ragazzini under 13. Ad essere aggredito verbalmente, come si legge sul Messaggero, è stato l’allenatore della squadra, che secondo la ricostruzione fatta da un testimone, sarebbe scivolato in acqua. «Una scena davvero triste – ha commentato una mamma – noi genitori dovremmo essere di esempio. E invece quello che si è verificato durante il match è stato uno spettacolo pietoso».

Partita di pallanuoto sospesa

L’episodio è avvenuto davanti  agli occhi della squadra che era ancora in acqua a disputare la partita. Un papà raccanta: «I nostri figli si sono spaventati, qualcuno è scoppiato anche a piangere. Altri urlavano. Erano in acqua e come noi hanno visto alcuni dei genitori discutere in maniera animata tra loro e con l’allenatore. C’è stato anche qualche spintone».  La discussione sarebbe nata dalle tecniche di gioco e dal comportamento di alcuni giocatori, ma poi è degenerata. La partita è stata sospesa e il pubblico è stato allontanato.