Parisi: «Noi al voto col centrodestra? Meloni e Salvini sono favorevoli»

«Ci presenteremo sicuramente alle politiche. Se il centrodestra vuole allargare la sua maggioranza ed essere inclusivo, così da vincere ed essere autonomo per poter governare dopo il 4 marzo, allora ci accoglierà; se invece, come pare, si chiude in se stesso e preferisce addirittura presentare persone che hanno governato con la sinistra, se non vuole una forza nuova capace di intercettare il voto di chi non sceglieva più il centrodestra, allora staremo fuori dalla coalizione». Così Stefano Parisi, leader di Energie per l’Italia, intervistato a Radio 24. «Dipende da quello che decideranno i leader del centrodestra. Meloni e Salvini per la verità – ha detto Parisi – si sono già espressi positivamente. Noi tra quattro giorni depositiamo il nostro simbolo. Decidano se questo simbolo sarà accolto nel centrodestra, altrimenti staremo fuori. Faremo una campagna elettorale fuori, per il centrodestra. Il nostro sarà un voto per il centrodestra, i nostri parlamentari sosterranno esclusivamente un governo di centrodestra, senza grandi coalizioni, senza confusioni. Il centrodestra credo abbia bisogno oggi di una forza liberale, che guardi al futuro. Ha governato 25 anni in Italia e non tutte le opportunità sono state colte. Dopo la campagna elettorale poi bisogna governare. Credo – ha concluso Stefano Parisi – che avere un programma serio e persone di qualità che possano implementarlo sia importante».