Ora Di Maio passa agli insulti: Berlusconi è un truffatore politico

venerdì 19 gennaio 13:30 - DI Redazione

Dopo gli strafalcioni grammaticali, gli errori sintattici e le sviste storice, il giovane Luigi Di Maio passa agli insulti elargiti a piene mani contro il Cavaliere. «Dal punto di vista politico, non c’è alcun dubbio che Silvio Berlusconi sia una truffatore», ha detto all’Aria che tira su la7 il candidato premier dei Cinquestelle accendendo i toni della campagna elettorale. Un’accusa di truffa che pesa come un macigno e che mira a radicalizzare lo scontro in atto. Berlusconi, che non è mai stato tenero con i grillini,  si è limitato a definire Di Maio una meteorina, accusandolo di approssimazione e di scarsa statura politica ma non è mai sceso a offese personali. Ringalluzito dal ritorno di Grillo in prima linea, nel giorno della consegna del nuovo simbolo elettorale al Viminale, Di Maio dà fuoco alle polveri confermando di temere l’affermazione del centrodestra, in crescita costante nei sondaggi. Truffatore politico, insiste. «Dal punto di vista legale, ricordo che è stato condannato per frode fiscale», aggiunge intonando lo stanco refrain delle promesse rimaste lettera morta: «Nel 2001 Berlusconi ha firmato un contratto con gli elettori in cui assicurava l’abbattimento delle pressione fiscale. Diciassette anni dopo va in tv per dire che introdurrà la flat tax. Se qualcuno ti bussa alla porta e ti propone un contratto e tu lo firmi perché pensate che ci sia un vantaggio ma poi scoprite che quel contratto è una truffa, cosa fate?». A distanza, ospite di Mattino Cinque, Berlusconi ha sottolinrato di aver sempre mantenuto gli impegni. «Prima moralità della politica è mantenere gli impegni elettorali con gli italiani, io ho sempre mantenute le mie promesse. Con Vespa ho firmato un patto, mantenendo 4 dei 5 punti dell’intero contratto, come ha detto l’università di Siena»,  ha detto riferendosi al contratto con gli italiani firmato nel salotto di Porta a Porta nel 2001.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • maurocollavini@libero.it 22 gennaio 2018

    Caro Di Maio non mi sono mai piaciuti i commenti fatti sia dal centro destra contro di voi nè i vostri contro il centro destra. Berlusconi che non è mai stato da me votato avrà fatto anche molti errori ma se non ricordo male fù proprio il rispettare quelle promesse che all’inizio purtroppo provocarono un aumento del debito e che portarono poi alle dimissioni dello stesso e la nascita del governo Monti, su spinta della sinistra italiana e della Merkel in testa in quanto si andava contro il tetto del 2 o 3 % del debito. Comunque e vali sia per voi sia per il centro destra non possiamo più perrmetterci di sforare il 2 o 3 % per cui tutte le agevolazioni,giuste e sperate, che proponete dovranno avere una copertura, e la stessa può essere trovata solo riducendo spese non necessarie ed ingiuste (Vitalizi, stipendi ed altro degli onorevoli e dei manager pubblici, percentuali per i partiti, soldi buttati per l’immigrazione clandestina). Cercate di fissarvi bene in testa che i debiti prima o poi li dobbiamo pagare e noi popolo ci siamo rotti i c***** a pagare per le vostre scelte.

  • AVVOCATOPIERPAOLO@TISCALI.IT 20 gennaio 2018

    Dimaio obbedisce alle parole del grilloparlante, ma di suo non ha niente…. obbedisce al grillo e copia i discorsi come un bambino all’ asilo, un fantoccio, un asino disoccupato.

  • AVVOCATOPIERPAOLO@TISCALI.IT 20 gennaio 2018

    DI MAIO, HAI FATTO UN AUTOGOL DA PERDENTE.

  • giorgio.precetti@alice.it 20 gennaio 2018

    Questo sta diventando pericoloso a causa della sua megalomania. Che Dio ci salvi da esseri come questo

  • cvetnich.vieri@libero.it 20 gennaio 2018

    Perché sbraitano tanto (tutti quanti) per avere la poltroncina? Ci sarà un qualche tornaconto? Quasi quasi vado a Roma a depositare un simbolo mio…

  • info@francione.it 20 gennaio 2018

    Non credo ci sia bisogno di commenti. Di Maio non ha alcuna preparazione ne a livello dirigenziale tantomeno politico, per cui dare del truffatore a Berlusconi “per non aver mantenuto le promesse” è infantile e controproducente. Gli consiglio di limitarsi a volare basso se non vuole sbattere la testa di continuo, data la sua limitata preparazione.

    • AVVOCATOPIERPAOLO@TISCALI.IT 20 gennaio 2018

      ma tu te lo vedi un asino come questo al governo???
      Ci riderebbe tutto il mondo addosso !!!

    • AVVOCATOPIERPAOLO@TISCALI.IT 20 gennaio 2018

      Se lui e’ cosi’ asino…. figuriamoci tutti gli altri grillni …!!! Tutti asinelli pentastellati nullafacenti disoccupati …. aaahahahaae… povera Italia !!!!

  • PIEROMAGIA@GMAIL.COM 20 gennaio 2018

    CARO DI MAIO, SE C’E’ UN TRUFFATORE POLITICO QUELLO SEI PROPRIO TU!
    MIRATE A FARE VOTI CON QUELLA MAREA DI SFIGATI MIEI CONCITTADINI CHE VI VOTANO PER DISPERAZIONE MA A LIVELLO POLITICO FATE DAVVERO PENA!

    • AVVOCATOPIERPAOLO@TISCALI.IT 20 gennaio 2018

      Dimaio non si vergogna nemmeno!! ..e’ un burrattino del grillomangiafuoco, e basta….

  • Giuseppe Forconi 20 gennaio 2018

    Di Maio e’ come il sorcio circondato dai gatti e dal padrone con la scopa, cerca qualsiasi buco o scappatoia per salvarsi. Il sorcio non parla, lui pero’ insulta a tutto spiano sperando che quello sparuto numero di possibili elettori che ancora ci credono possano salvarlo.