Nuda, imbavagliata e legata: 50enne trovata morta sul letto di casa

Era nuda. Era stata imbavagliata sul letto di casa. Aveva le mani e i piedi legati dal nastro adesivo. Una scena terribile quella che hanno visto i carabinieri quando sono entrati, forzando la porta, in un appartamento ad Agropoli, in provincia di Salerno. La donna, una 50enne di nazionalità cinese, era morta da almeno tre giorni.

L’allarme dato dal padrone di casa

Ad avvertire le forze dell’ordine era stato il padrone di casa. Si era insospettivo, perché non riusciva in alcun modo a mettersi in contatto con la vittima. Immediatamente gli uomini della Scientifica hanno cercato tracce e indizi nell’abitazione. Non era semplice ricostruire la dinamica del decesso. Il primo sospetto che ci sia stato un omicidio di estrema violenza. Un primo esame del corpo è però risultato complicato perché il cadavere era in stato di decomposizione. La salma è stata trasferita all’ospedale di Vallo della Lucania per l’autopsia. Ora si punta anche al sistema di videosorveglianza per cercare immagini importanti. Saranno visualizzati i filmati delle telecamere dei negozi.