Meloni: «L’euro rischia di esplodere, è necessario un piano B»

«Per me l’euro è una moneta sbagliata che bisogna valutare per i risultati. La nostra proposta non è l’uscita unilaterale dell’Italia dall’euro, ma lavorare in Europa per avere un piano B». Lo ha detto a L’aria che tira su La7  Giorgia Meloni. «L’euro – ha sottolineato – è una moneta che rischia di esplodere» ma «gli Stati nazionali non stanno studiando un piano B. Se noi non abbiamo un piano B ci ritroviamo con un milione di poveri».

Quanto al dopo voto, la pozione della Meloni è molto chiara: o vince il centrodestra o è il caos.  «Questa è una legge elettorale pessima. FdI non l’ha votata, è una legge che favorisce i giochi di palazzo. Gli italiani hanno due scelte: o vince il centrodestra, l’unica tra le forze in campo che può avere una maggioranza, oppure c’è il caos».  «All’interno del centrodestra – ha sottolineato – c’è solo un partito che non si è mai seduto a trattare con Renzi ed è Fratelli d’Italia».

La leader di FdI affronta anche i temi etici: «Penso che non ci siano i numeri per abolire le unioni civili, ma è una legge su cui bisogna mettere le mani. A me interessa il tema delle adozioni: la legge, così com’è fatta, fa sì che la politica non si prenda la responsabilità di normare il problema per farlo fare alla magistratura».  Secondo Meloni anche quella sul biotestamento “è una legge che va modificata: ci sono un paio di elementi che non funzionano».