Marine Le Pen: «Il voto in Italia può essere l’inizio di una nuova Europa»

Marine Le Pen svela il piano “B” di Matteo Salvini. La leader francese del Front National dalle colonne del Corriere della Sera non si limita a lanciare l’endorsement al numero uno della Lega, ma traccia i confini di un fronte transnazionale che oppone da una parte Macron e Merkel, «i post- nazionali, i “mondialisti”». Dall’altra parte «ci siamo noi, i “nazionali”, sempre più forti in ogni Paese. Guardate anche al voto austriaco». Chiaramente Salvini fa parte del secondo fronte. «Il voto in Italia potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova Europa, certamente — ha detto  — Una dimostrazione supplementare che i popoli sono opposti all’Unione europea per il modo in cui funziona oggi».

Le Pen: «Salvini si rivolge a tutti gli anti Ue»

E poi ha svelato: «Il mio alleato al Parlamento europeo, Salvini sta lavorando per costruire una coalizione allargata, cosa che mi fa molto piacere. Si rivolge a tutti coloro che mettono la lotta contro l’Unione europea al cuore del loro progetto». Tra questi “tutti”, ha proseguito la leader di Fn, ci sono anche i pentastellati. E anche se non si è sbilanciata su eventuali contatti con il Movimento di Beppe Grillo, la  leader francese ha ricordato come «le idee opposte all’Unione europea per come esiste oggi continuano ad avanzare», in tutta Europa. «Non abbiamo legami organici con loro – ha precisato la Le Pen – ma tutti partecipano comunque alla stessa dinamica, che punta a rimettere in questione l’Unione europea attuale, difesa da Emmanuel Macron e Angela Merkel».