Mangia una brioche e soffoca, 13enne salvato da uno sconosciuto

Stava aspettando il treno vicino alla stazione, assieme alla nonna. Ma quando ha addentato la brioche, erano le prime luci del mattino e non aveva ancora fatto colazione, un boccone gli è andato a di traverso e non è stato più in grado di respirare. Come riporta il Gazzettino, il ragazzino, 13 anni appena, rischiava di soffocare non fosse stato per l’intervento fulmineo di uno sconosciuto, che si è avvicinato e, mantenendo il sangue freddo, ha praticato al ragazzino la manovra di Heimlich, liberandolo così dal boccone, di fatto salvandogli la vita. A raccontare quanto accaduto lunedì scorso nei pressi di piazzale Duca d’Aosta sono stati i genitori del 13enne, che ora vorrebbero poter ringraziare di persona il giovane intervenuto in soccorso del figlioletto.

Alla ricerca dell’eroe che salvato il ragazzino

Le uniche informazioni che hanno è che si tratta di un ragazzo che lavora per il Comune in un ufficio di Piazza delle Istituzioni. «Mia madre, presa dalla paura e dalla confusione, oltre a perdere il treno, si è dimenticata di chiedergli il numero di telefono – raccontano Giorgio ed Elisa, papà e mamma del 13enne – Sappiamo che è alto un metro e ottanta e che è robusto: per noi è una sorta di eroe. Ora siamo in America, ma vorremmo poterlo incontrare al più presto, così da ringraziarlo di persona».