Lombardia, Maroni dice basta. Attilio Fontana in pole per la presidenza

Roberto Maroni conferma la sua rinuncia a correre per un secondo mandato in Regione Lombardia. Lo ha detto nella conferenza stampa dopo la giunta regionale. L’ultima partita da Governatore sarà l’autonomia che “sarà fatta entro le elezioni, possiamo concludere in bellezza e aprire una prospettiva straordinaria per la Lombardia”ha spiegato. Dopodiché, nella conferenza stampa a Palazzo Lombardia, Maroni ha così motivato la sua scelta: ”È una decisione che ho preso in piena autonomia, una decisione personale, condivisa tempo fa con Salvini e Berlusconi. È una decisione che ho preso sulla base di valutazione personali”. Maroni non esclude un suo coinvolgimento nella partita delle elezioni politiche “Non ho pretese o richieste da fare”, aggiunge, ma “sono a disposizione se qualcuno ritiene che possa essere utile. So come si governa. Se nessuno mi chiede nulla non mi candido da nessuna parte, sono a disposizione se può essere utile e qualcuno me lo chiede. Non ho pretese e non ho richieste”. Per sostituire l’uscente Maroni la Lega avrebbe comunque già il nome adatto: “Attilio Fontana è un’ipotesi, ha fatto per 10 anni il sindaco di Varese, è stato presidente dei comuni di tutta la Lombardia, è stato presidente del Consiglio regionale, sarebbe adatto per quel ruolo”, ha infatti spiegato Matteo Salvini ribadendo che a breve sarà ufficializzato il nome del candidato governatore lombardo.