Librandi la spara grossa: «Berlusconi e Salvini vanno in tv, il Pd lavora per l’Italia»

«Mentre Di Maio, Salvini, Berlusconi e Grasso vanno in televisione a proporre le loro ricette irrealizzabili che suscitano ilarità più che interesse, il Pd e il governo Gentiloni lavorano in silenzio, facendo scendere il debito pubblico, la disoccupazione e dando una accelerazione all’export e alla produzione industriale». Bene, qui asuscitare l’ilarità è soltanto lui, l’ineffabile Gianfranco Librandi del Pd, ex Scelta Civica, che, ogni volta che lo chiamano ad intervenire in studio o in collegamento, crea una rissa: o viene insultato per le sue uscite offensive (indimenticabile quella sui terremotati nelle tende); oppure viene messo in ridicolo dagli altri ospiti della trasmissione, che si guardano e ridono, mentre lui non se ne accorge. Insomma, fa sempre figure indecorose, al punto che spesso i soi avversari si chiedono: ma Librandi ci fa o ci è? Sere fa  negava anche che ci fossero dei rincari. Quest’altra esternazione di Librandi ne è un esempio: il debito pubblico non è sceso e rimane in problema dei problemi.

Librandi nega la realtà e fa infuriare tutti

Primo, anche lui interviene negli studi televisivi, né più né meno degli altri “nemici” da lui citati. Quanto alle «ricette irrealizzabili», proprio il Pd ne ha propalate così tante in questi anni, dipingendo un mondo di ripresa economica che esiste sono nella fantasa di Librandi e di pochi garantiti. Prosegue Librandi: «Merito del Pd delle riforme di Renzi ma anche e soprattutto di tutti quegli italiani che la mattina si svegliano e alzano la saracinesca, senza urlare e senza giocare a chi fa più l’indignato. Un ringraziamento particolare va agli imprenditori e al mondo dell’industria, che dimostra serietà e capacità di reagire alla crisi».  Proprio vero, questa classe dirigente non vive nella realtà: qualunque imprenditore o chiunque di noi conosca chi “apre una saracinesca” sa bene che queste categorie ce l’hanno a morte con questo governo e i suoi rappresentati. Allora ha fatto bene qualche sera fa il direttore del Tg di Italia Uno , Giordano, ad esporre il cartello “Nel magico mondo di Librandi”, durante “Quinta Colonna”. Tutti a ridere. E poi, Librandi, non si rende conto che lui ha fatto ben poco politicamente per questo paese disastrato?

Prima ci liberiamo di lui e meglio è

No, non si rende conto. «Se oggi l’Italia può guardare al futuro – ha proseguito Librandi – è grazie al sistema Italia nel suo complesso, che non merita un governo Salvini o Di Maio, che sognano il default dell’Italia per poter lucrare politicamente e affollare i salotti televisivi». Ecco, l’Italia avrà un futuro solo se manderà a casa politici come Librandi che non hanno fatto nulla -se non ridere- per l’Italia.