Il leader africano Museveni: Donald Trump ha ragione, è colpa nostra

Donald Trump parla agli africani con franchezza. Dobbiamo risolvere da soli i nostri problemi”. Dopo la bufera per la definizione shithole countries riservata ad alcune nazioni, Donald Trump trova un avvocato difensore. Non uno qualsiasi, ma un grande leader africano: è il presidente ugandese Yoweri K. Museveni che, sfruttando lo strumento preferito da The Donald, si pronuncia con un tweet da Kampala, dove è in corso l’Assemblea legislativa dell’Africa Orientale. Si discute di integrazione e di sicurezza strategica: il pensiero va alle misure che Trump vorrebbe adottare per tutelare gli Stati Uniti. E si arriva alle shithole countries da cui partono migranti che vogliono approdare in America. “Donald Trump parla agli africani con franchezza”, dice Museveni. “Gli africani devono risolvere i propri problemi, non si può sopravvivere se si è deboli”, aggiunge. “E’ colpa degli africani se sono deboli. Siamo 12 volte più grandi dell’India – dice facendo riferimento all’intero continente -: perché non siamo forti?”. E senza considerare le risorse minerarie dell’Africa, infinitamente più vaste di quelli del resto del pianeta.