La Meloni smaschera la Ue: “Finge di proteggerci ma vuole fregarci…”

mercoledì 17 gennaio 20:44 - di Mariano Folgori

Niente inciuci, sia chiaro, le urne possono tranquillamente riaprirsi dopo essersi chiuse: “Se dalle elezioni del 4 marzo nessuno dei poli otterrà la maggioranza non penso che saranno possibili governi costruiti nel Palazzo e quindi bisognerà tornare a votare, con la stessa legge elettorale. L’ho detto a Berlusconi”, chiarisce a Porta a porta la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, dicendosi comunque convinta che nella prossima legislatura “non ci saranno i numeri per un governo di inciucio”.

La vittoria, lascia intendere la Meloni nella “terza camera” dello Stato italiano, il salottino di Vespa, è a portata di mano, sondaggi… alla mano. L’ospitata a Porta a Porta è però anche l’occasione per rilanciare sul tema della sovranità, anche rispetto ai tentativi di ingerenza che arrivano da Bruxelles in questi giorni, tra moniti contro i populismi e richiami al rispetto dei conti pubblici. “La Commissione europea con certe dichiarazioni ottiene il risultato diametralmente opposto a quello che vuole ottenere. L’Ue con noi si comporta come certi santoni che dicono di volerti bene poi ti fregano i beni di famiglia. Le scelte che l’Ue ci ha fatto fare non hanno migliorato le condizioni del Paese. Ma sono i cittadini italiani in libere elezioni che decideranno”, ha detto ancora la leader di Fdi, pungolata sul tema delle alleanze.

E sui rapporti con la Lega, del quale le chiede conto Vespa: “Non ho bisogno di giustificare l’esistenza di un partito fondato cinque anni fa, un partito di destra, che sta crescendo più di tutti gli altri. Siamo sereni: abbiamo messo in sicurezza la destra, che, senza di noi, per la prima volta in 70 anni di storia repubblicana, sarebbe scomparsa dal Parlamento”.  Rispondendo alla domanda se i rapporti con la Lega risentano della svolta da destra nazionale impressa al Carroccio da Matteo Salvini, la Meloni afferma. “Adesso guardiamo avanti e la prossima sfida -ha aggiunto- è il movimento dei patrioti, aperto agli italiani e alle italiane che pensano che difendere gli interessi nazionali, le famiglie, i prodotti e le aziende italiane, sia la priorità”.

E i collegi? “Va riconosciuto il peso di tutti, ma non saremo fiscalissimi. Lavoreremo per avere il candidato migliore”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Vier 2 marzo 2018

    Ma se la Germania cerca da almeno duecento anni di inchiappettarsi il resto d’Europa: sveglia, gente. Conoscete da vicino almeno un tedesco? Sono assoluti; lo pretendono dagli altri, ma poi sono molto relativi con loro stessi: quindi peggio della peggior diarrea.

  • riccardo cricelli 19 gennaio 2018

    Ha scoperto che la Ue (Francia e Germagna) ci vogliono Fregare, Berlusconi lo ha sempre affermato sin dal 1994 e rispondendo a qualcuno che afferma di una probabile alleanza ad inciucio con la sinistra di renzi, vuol dire che non ha capito e non capisce nulla di politica nazionale anche se forse l’ha studiata all’Universita’ delle carote.
    Non bisogna credere alle Fake News che sono tante ma bisogna solo andare a votare e votare con coscienza e non per partito preso come sempre succede in italia, dire alle persone che si conoscono di votare a chi vogliono loro ma di votare, al limite accompagnarli pure fino al seggio e prendere insieme un buon caffe’. L’Europa di Destra ci sta guardando con fare speranzoso e come affermano diversi capi delle Destre Europee, se vince la Destra in Italia riusciremo ad aggiustare anche l’Europa.

  • giorgio 18 gennaio 2018

    perché esiste l’Europa? Ci prendono per i fondelli, infatti gli stati uniti d’europa non sono mai nati.
    siamo in mezzo ad una farsa e ci trattano come degli imbecilli. Bella mia Italia, ti hanno ridotto, con questa europa, ad una italietta.

  • avv. alessandro ballicu 18 gennaio 2018

    povera illusa continua a fidarsi di berlusconi,è quasi impossibile che dopo qualcuno abbia la maggioranza, se cosi fosse, è certo che berlusconi si alleerà con renzi ed altro ciarpame pur di fare i propri interessi come ha già fatto con dini, monti etc,

  • umberto 17 gennaio 2018

    brava meloni