La Meloni scopre il sondaggio “bomba”: «Vicini al 40%, pronti a governare»

Le notizie sono buone, ottime, al punto che Giorgia Meloni non nasconde il proprio ottimismo e si lascia andare anche a una previsione rosea sull’esito delle Politiche del 4 marzo. «Non siamo distanti dal 40% che è la soglia di sicurezza per governare con il Rosatellum», dice la leader di Fdi, ospite di Matrix su Canale 5, commentando i sondaggi presentati in trasmissione. Sondaggi “bomba”, che danno il centrodestra al 39,2% e un Pd in caduta verticale. «Mi pare un miracolo – commenta la Meloni, in merito alla rilevazione sui dem- che ci sia ancora il 20% di italiani disposti a votare Renzi». Non c’è bisogno di immaginare alleanze spurie o abboccamenti con partiti a caccia di voti, sottolinea la Meloni. Si può vincere da soli, con un progetto unitario, come dimostra l’incontro dell’altra sera ad Arcore con Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. «Il centrodestra è l’unica forza che può avere un governo di coalizione. Non so cosa farci con il Movimento 5 Stelle. Credo anche Salvini. Su tutte le scelte centrali, M5S è come la sinistra. Guardate la sindaca di Roma Virginia Raggi: mille euro a chi ospita un immigrato richiedente asilo nella stessa città in cui se sei un romano senza tetto puoi morire sotto un ponte. Con questa gente non ho nulla a che spartire», attacca ancora la candidata premier di Fdi, a Matrix, in onda stasera su Canale5, che si è espressa anche sulle proposte degli avversari: «Non sono d’accordo con il reddito di cittadinanza: lo Stato deve occuparsi del sostentamento di chi non ce la fa a sostentarsi da solo: minori, disabili, anziani. Gli altri deve aiutarlo a trovare lavoro, perché il lavoro genera una dignità che nessun sussidio darà mai».