La Meloni ricorda la nascita di Paolo Borsellino, “eroe e simbolo dei patrioti”

Buon compleanno, Paolo Borsellino. Oggi il giudice simbolo della lotta alla mafia, se fosse vivo, avrebbe compiuto 78 anni, di cui gran parte trascorsi a lottare per la giustizia e il bene comune, fino al tragico e vile agguato del 19 luglio del 1992, quando a Palermo, sotto casa della mamma, l’esplosione di un’autobomba uccise lui e gli uomini della sua scorta. «Nel giorno in cui ricorre l’anniversario della nascita del giudice Paolo Borsellino, nato il 19 gennaio 1940, il mio pensiero e quello di tutta la comunità umana e politica di Fratelli d’Italia va ai suoi famigliari e parenti. Una ricorrenza che cade in un momento particolare visto che è in corso la requisitoria dei Pm al processo sulla trattativa Stato-Mafia», scrive la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni su Facebook. «Il mio augurio è che quello di oggi possa essere un ulteriore passo in avanti per arrivare, dopo tanti anni, ad accertare la verità. Troppe ombre, troppi non detti e troppe cose poco chiare caratterizzano questa vicenda: il popolo italiano ha il diritto di sapere cosa sia successo veramente. Il sacrificio dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di tutti gli eroi caduti nella guerra alla mafia non può e non deve essere vano. Il giudice Borsellino è un simbolo per tutti i patrioti che amano l’Italia e vogliono estirpare dalla nostra Nazione il cancro della mafia». 

Paolo Borsellino, nato a Palermo il 19 gennaio 1940 in una famiglia borghese, nell’antico quartiere di origine araba della Kalsa, aveva frequentato il Liceo classico “Meli” e si era iscristto presso la facoltà di Giurisprudenza di Palermo: all’età di 22 anni aveva conseguito la laurea con il massimo dei voti. Membro dell’esecutivo provinciale, delegato al congresso provinciale, nel periodo universitario Paolo Borsellino venne eletto  rappresentante studentesco nella lista del Fuan Fanalino, organizzazione della destra giovanile. Prima di inizia la sua carrierarima valorosa carriera di magistrato.